Serie A

Milan, Ibrahimovic: “Dobbiamo cominciare bene il 2021”

Ha parlato in un'intervista al Corriere della Sera, l'attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic, proiettandosi già al prossimo anno 2021

Ha parlato in un’intervista al Corriere della Sera, l’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic, proiettandosi già al prossimo anno 2021. Lo svedese che ha avuto modo di ricordare anche la sua brutta esperienza con il Coronavirus, oltre che sulla lontananza con la sua famiglia.

Zlatan Ibrahimovic in vista del 2021

Qui mi sento a casa, le giornate sono piacevoli, tutti mi vogliono bene, qui funziona tutto. Mi trattano come un comandante. Dobbiamo cominciare bene il 2021, andare avanti una partita alla volta, come fosse allo stesso tempo la prima e l’ultima della vita. Bisogna sempre avere più fame”. 

L’attaccante sulla sua esperienza con il Coronavirus

“Avevo mal di testa, non fortissimo, ma fastidioso. Ero incazzato, non potevo uscire né allenarmi bene. A un certo punto parlavo con la casa e davo i nomi ai muri. Diventa un fatto mentale, ti immagini tutti i mali addosso. Mia moglie e i miei figli vivono in Svezia e vanno a scuola là. Non posso neanche andare a trovarli. Sono la cosa più importante, in ogni decisione futura la mia famiglia verrà sempre prima di tutto”.

Articoli correlati

Back to top button