Coppa Italia

Coppa Italia, il Milan storce il naso: “Discutibile giocarsela in tre giorni dopo tre mesi fermi”

Il calcio è pronto a tornare in campo a metà giugno, ma non con la Serie A bensì con il ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Tra le squadre impegnate c’è il Milan che, in casa della Juventus, partirà dall’1-1 dell’andata. Il club rossonero non ha preso benissimo la decisione di giocarsi il trofeo in tre giorni tra semifinale ed eventuale finale: “Sotto il profilo sportivo troviamo discutibile assegnare un titolo importante in così poco tempo dopo tre mesi di lockdown, ha commentato il presidente del Milan, Paolo Scaroni. Capiamo il voler offrire partite di qualità, ma…”.

Milan, il presidente rossonero: “Capisco offrire partite di qualità, ma dal punto di vista sportivo non è il massimo”

I rossoneri faranno visita alla Juventus all’Allianz Stadium con la squadra rimaneggiata da infortuni e squalifiche. Si partirà dall’1-1 dell’andata e chi passerà il turno si giocherà la finale di Coppa Italia prevista per il 17 giugno, prima del rinizio del campionato di Serie A.

Articoli correlati

Back to top button