Calcio estero

Micheal Keane e il Coronavirus: “Nella doccia mi sembrava svenire”

Il difensore dell’Everton Micheal Keane, ha rivelato di aver avuto il Coronavirus, svelando diversi retroscena sulla sua esperienza. Il ragazzo come riporta Tuttomercatoweb.com, ha scoperto solo sei giorni dopo il test di essere positivo e adesso invece non vede l’ora di tornare a giocare.

L’esperienza di Keane con il Coronavirus

“Dopo un allenamento sono andato a giocare a golf e non mi sentivo molto bene. Poi nella doccia mi sembrava di svenire, ma non ci ho dato troppo peso. Non avevo tosse, ma mi sentivo stanco e la notte sudavo parecchio. Quando sono uscito per correre e mi sono dovuto fermare dopo tre minuti perché mi sentivo male, ho capito che qualcosa non andava. Ho fatto il test e dopo sei giorni ho avuto il risultato: positivo. Anche se mi sono sentito progressivamente meglio, c’è voluto un po’ di tempo per tornare alla normalità. Ora non vedo l’ora di tornare in campo, tre mesi senza giocare a calcio mi sono sembrati un’eternità. E mi sono sembrate ingiuste le critiche di Matt Hancock (segretario di Stato per la Salute UK) contro i calciatori: penso che tutti avremmo comunque dato una mano a prescindere da quelle parole”.

 

Articoli correlati

Back to top button