ApprofondimentiChampions League

Roma, a Liverpool la partita la sbaglia Di Francesco

Liverpool-Roma Di Francesco il maggior responsabile

Una partita che ha riportato la Roma con i piedi per terra. La dimensione europea del Liverpool, soprattutto ad Anfield si è fatta sentire, ma poteva di certo essere contenuta. Ad amplificare questa sconfitta, nei numeri, nelle dimensioni e nelle reali possibilità di un passaggio del turno quantomeno difficile, ci ha pensato Di Francesco.

Il tecnico giallorosso, credendo di poter riproporre con la stessa facilità la difesa a tre vista all’Olimpico contro il Barcellona, sbaglia su tutta la linea. Certo, troppo facile parlare a posteriori, ma era prevedibile che nel duello Juan Jesus-Salah quello ad uscirne con le ossa rotte fosse proprio il brasiliano. Il suo voto in pagella stenta ad arrivare al 4,5 ma oggettivamente non tutte le colpe sono da imputare all’ex Inter.

Troppo poco pressing e quel poco anche errato, questo è quello che si è visto nella prestazione della mediana della Roma ieri sera. Mai primi nelle seconde palle, gambe che sono girate alla metà di quelle dei loro avversari. Insomma, Di Francesco poteva prepararla meglio, anche nel post partita dove ha esclamato con estrema naturalezza che “In Champions batoste del genere possono capitare tranquillamente”. 

Kiev ancora fattibile per la Roma?

Forse in casa ‘Reds’ sapevano cosa li avrebbe attesi a Roma e hanno provato ad incentrare tutta la loro gara in quei 60′ di fuoco. Già, perché nei primi e  negli ultimi 15′ la Roma c’è stata e tanto è bastato per far storcere il naso a Klopp, che sul 5-0 poteva pensare di prenotare volo+hotel per Kiev. Così non è perché c’è ancora un ritorno da giocare e i giallorossi hanno tutte le possibilità per farcela di nuovo.

Articoli correlati

Back to top button