Serie A, Lazio-Milan 0-3: crollo dei biancocelesti all’Olimpico

Hakan Calhanoglu Milan

Clamoroso crollo della Lazio all'Olimpico contro il Milan, i rossoneri che ne fanno tre e sognano l'Europa, i biancocelesti ora si allontano dal titolo

Clamoroso crollo della Lazio all’Olimpico contro il Milan, i rossoneri che ne fanno tre e sognano l’Europa, i biancocelesti ora si allontano dal titolo. La decidono i gol di Calhanoglu e Ibrahimovic su rigore nel primo tempo e la chiude poi nella ripresa con Rebic, con altre due occasioni fallite sui piedi di Theo Hernandez.

La cronaca di Lazio-Milan

Primo tempo

Inizio di match molto bloccato tra le due squadre, con i due attacchi che fanno davvero fatica a creare reali pericoli. A sbloccarla è il Milan al 23′ con Calhanoglu. Il turco che salta con un dribbling Leiva e trova un’ottima conclusione dal limite dell’area, il pallone viene deviato da Parolo e termina sotto l’incrocio. I rossoneri prendono fiducia e trovano anche l’illusorio gol del 2-1 con Ibrahimovic. Lo svedese che si inserisce bene sul secondo palo, ma viene pescato in posizione di fuorigioco. La rete di Ibra arriva invece al 34′, con un calcio di rigore assegnato per un fallo di mano netto di Radu sul cross di Saelemaekers. Dal dischetto non sbaglia dunque l’attaccante, con la conclusione anche intuita da Strakosha, ma che si infila dopo una serie di deviazioni in rete. La Lazio prova a reagire nel finale e lo fa con una conclusione da fuori di Milinkovic-Savic, il pallone termina però a lato. Termina dopo due minuti di recupero il primo tempo.

Secondo tempo

La Lazio parte forte e si vede annullare subito un gol a Lazzari per fuorigioco, l’errore è di Luis Alberto che aspetta troppo prima di servire il compagno. Il Milan reagisce e sfiora il raddoppio con Bonaventura, il numero 5 tutto solo a centro area non arriva sul pallone, ma era in posizione irregolare. Il gol dei rossoneri arriva al minuto 59‘ con Rebic. L’attaccante che servito bene in area di rigore da Bonaventura, non sbaglia tutto solo a centro area di interno destro e la infila all’angolino. I rossoneri creano un’altra grande occasione con un’azione individuale incredibile di Theo Hernandez, il terzino che dopo un ottimo scambio si divora il gol a tu per tu con il portiere. Il francese che crea ha sui suoi piedi un’altra incredibile palla gol, ma a centro area colpisce male con il sinistro e il pallone termina a lato. Un finale di match con ritmi molto bassi, a causa con un risultato ormai non in discussione. La gara termina dunque 2 minuti di recupero. Vince il Milan 0-3, con una Lazio che rischia di dire addio al sogno Scudetto.

Il tabellino di Lazio-Milan 0-3

RETE: 23′ Calhanoglu, 34′ rig. Ibrahimovic, 59′ Rebic

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu (55′ Lukaku); Lazzari, Parolo, Leiva, Milinković-Savić (66′ Anderson), Jony (55′ Vavro); Luis Alberto; Correa (63′ Cataldi). A disposizione: Proto, Guerrieri, Bastos, Vavro, Armini, Falbo, J. Silva, J. Lukaku, A. Anderson. Allenatore: S. Inzaghi.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti (71′ Calabria), Kjaer, Romagnoli, Theo Hernández; Kessié (85′ Biglia), Bennacer; Saelemaekers, Bonaventura (71′ Krunic), Çalhanoglu (37′ Paquetà); Ibrahimovic (45′ Rebic). A disposizione: Begović, A. Donnarumma, Gabbia, Laxalt, Brescianini, D. Maldini, R. Leão, Rebic. Allenatore: Pioli.

Ammonito: 78′ Lukaku, 81′ Paquetà

Arbitro: Calvarese

TAG