Champions League

Champions League, Lazio-Club Brugge 2-2: i biancocelesti volano agli ottavi di finale

La Lazio pareggia 2-2 allo Stadio Olimpico contro il Club Brugge e si qualifica a 20 anni dall'ultima volta agli ottavi di Champions League

La Lazio pareggia 2-2 allo Stadio Olimpico contro il Club Brugge e si qualifica a 20 anni dall’ultima volta agli ottavi di Champions League. Gli uomini di Simone Inzaghi che passano come secondi, al termine di una gara davvero molto combattuta e sofferta fino alla fine.

La cronaca di Lazio-Club Brugge

Primo tempo

Un inizio di gara davvero scoppiettante per i biancocelesti, che spingono con grande intensità e si portano in vantaggio già al 12^ minuto con Joaquin Correa. L’argentino infatti lascia scorrere con un velo un bel pallone per Luis Alberto, che entra in area di rigore e calcia con il destro, sulla respinta arriva Correa e la butta dentro in tap in. La Lazio domina, ma il Club Brugge un pò a sorpresa la pareggia appena due minuti dopo grazie alla rete del numero 15 Vormer. Una rete che nasce da una conclusione di Lang dalla trequarti e il centrocampista ne approfitta di una pessima respinta di Reina per buttarla dentro da posizione ravvicinata. Gli uomini di Simone Inzaghi sembrano patire il contraccolpo psicologico, ma al 27^ Immobile si conquista e segna in maniera impeccabile il rigore del 2-1. Nel finale di primo tempo viene anche espulso per gli ospiti Sobol per doppia ammonizione e si va quindi all’intervallo con i biancocelesti avanti.

Secondo tempo

Nella ripresa è sempre la Lazio a mantenere almeno inizialmente il pallino del gioco, con Correa che al 49^ va subito vicinissimo alla rete, ma trovando tuttavia una gran risposta di Mignolet. Altra occasione clamorosa per i biancocelesti al 74^, con Immobile che si inserisce bene in area di rigore e spedisce con il destro il pallone di poco a lato. Il Club Brugge reagisce subito però e a sorpresa trova il gol del pareggio, grazie ad un gran colpo di testa di Vanaken, bravo ad approfittarne della dormita di Luis Felipe. Nella ripresa sono ancora gli ospiti nonostante l’inferiorità numerica ad attaccare a sfiorare clamorosamente il 3-2. Ci pensano solo i legni della traversa infatti a dire di no a De Ketelaere nel recupero, su una davvero splendida conclusione ravvicinata con il mancino. Soffre dunque fino alla fine la Lazio, ma si qualifica a 20 anni dall’ultima volta agli ottavi di finale della Uefa Champions League.

Il tabellino di Lazio-Club Brugge 2-2

LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe, Hoedt (1′ st Radu), Acerbi; Lazzari, Milinkovic, Leiva (31′ st Escalante), Alberto (30′ st Akpa Akpro), Marusic; Immobile (30′ st Caicedo), Correa (41′ st Pereira). A disposizione:  Alia, Anderson, Armini, Cataldi, Fares, Parolo, Strakosha. Allenatore: Inzaghi.

BRUGES (4-3-1-2): Mignolet; Mata (39′ st Van Der Brempt), Kossounou, Ricca, Sobol, Vormer, Vanaken, Balanta (32′ st Rits); De Ketelaere; Lang (42′ pt Deli), Diatta (39′ st Okereke). A disposizione: Badji, Dennis, Horvath, Mechele, Schrijvers. Allenatore: Clement.

ARBITRO: Cakir (Turchia)

MARCATORI: 12′ pt Correa (L), 15′ pt Vormer (B), 27′ pt Immobile (L, su rig.), 31′ st Vanaken (B)

NOTE: Espulso al 39′ pt Sobol (B) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Hoedt, Marusic (L). Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Articoli correlati

Back to top button