Calciomercato

Juventus: da Zidane a Conte, via al casting per la panchina

L’avventura di Maurizio Sarri come allenatore della Juventus è al capolinea. L’eliminazione in Champions negli ottavi con il Lione, unita allo scarso feeling con la squadra e ad alcuni atteggiamenti mai digeriti dalla proprietà rende di fatto impossibile la riconferma del tecnico.

Juventus: il sogno bianconero resta Zinedine Zidane

In cima alla lista dei desideri c’è, è noto, Zinedine Zidane, già più volte accostato alla panchina bianconera negli anni scorsi. E’ il grande sogno di Andrea Agnelli, ma anche, quasi certamente, l’obiettivo più difficile.

I rumors rimbalzati da Torino parlano di un primo sondaggio di qualche giorno fa e di un gentile ma chiaro “no, grazie” del francese. Zizou è molto legato al Real e a Madrid e difficilmente lascerà la Spagna.

Dopo il primo rifiuto, però, è arrivata l’eliminazione in Champions contro il City. Potrebbe aver cambiato qualcosa e un altro tentativo sarà sicuramente fatto nelle prossime ore. In corsa per la panchina bianconera anche Pochettino.

Juventus: piace Simone Inzaghi della Lazio

Prima dell’arrivo di Sarri, la Juventus aveva a lungo pensato al tecnico della Lazio. Resta un’opzione valida, anzi forse la più calda, anche se Simone ha un contratto con i biancocelesti e liberarsi dalla morsa di Lotito senza conseguenze non è mai semplice.

Juventus: Max Allegri o Antonio Conte?

Allegri sarebbe in linea teorica il più facile da raggiungere, ma l’ex bianconero aveva già chiarito un anno fa la sua posizione e chiesto un mercato particolarmente oneroso.

La rosa, a suo dire, è troppo vecchia e vanno inseriti assolutamente giovani di valore. Vuol dire dare un colpo di spugna netto a un passato che a Torino fanno fatica, anche per ovvia riconoscenza, a dimenticare.

I vari Bonucci, Chiellini e Buffon, per parlare dei tre grandi senatori, sono legati a doppio filo alla dirigenza e, per ora, considerati intoccabili.

Diverso il discorso relativo ad Conte che, nonostante le smentite secche dei giorni scorsi, probabilmente alla Juventus tornerebbe volentieri. Su di lui ci sarebbe il veto di Agnelli, che non ha mai digerito l’addio turbolento – e fuori tempo massimo – di qualche anno fa.

Articoli correlati

Back to top button