Champions League

Juventus-Chelsea: nella notte della verità Allegri chiede aiuto ai giovani

Mercoledì alle 20.45 la Juventus scende in campo contro il Chelsea campione d’Europa in carica per la seconda giornata del Gruppo H di Champions League

Mercoledì alle 20.45 la Juventus scende in campo contro il Chelsea campione d’Europa in carica per la seconda giornata del Gruppo H di Champions League. I bianconeri vanno a caccia dell’impresa che li può proiettare già verso la qualificazione. L’esordio in Europa è stato vincente per entrambe: la Vecchia Signora ha passeggiato 3-0 contro il Malmö, mentre i londinesi hanno battuto 1-0 lo Zenit. È il primo grande esame europeo per l’Allegri bis da giocare tra mille difficoltà.

La vittoria con la Sampdoria, seconda di fila in campionato, ha lasciato una scia di infortuni pesanti. Dybala e Morata hanno accusato un doppio problema muscolare che allunga la lista degli indisponibili che già comprendeva Arthur e Kaio Jorge. Sarà quindi la Juve dei giovani a sfidare il Chelsea, quei giovani che Allegri ha spronato a dare di più, a rendersi contro che giocare con la maglia bianconera ha un significato particolare, per cui bisogna velocizzare i tempi di crescita. In attacco restano solo Kean, Kulusevski e Chiesa, sessantacinque anni in tre, anche se uno con ogni probabilità partirà dalla panchina per fare spazio a Cuadrado.

Il resto della formazione è quasi obbligato con Locatelli perno centrale in mediana, affiancato probabilmente da Bentancur e Rabiot per dare maggiore compattezza ad un reparto che dovrà fronteggiare mostri sacri del calibro di Jorginho e Kanté. Sarà un test importante quello di mercoledì per i bianconeri che con Spezia e Sampdoria hanno dato piccoli segnali di ripresa, ma ancora non basta per capire se il malato è guarito davvero oppure sta attraversando ancora la lunga convalescenza.

Allo Stadium arriva una squadra rodata che ha perso con il Manchester City nell’ultima giornata di campionato, pur restando una formazione che ha tutte le carte in regola per essere protagonista anche in questa stagione. Abramovich dopo l’inaspettato successo europeo della scorsa stagione non ha badato a spese. Serviva un centravanti e il magnate russo si è presentato alla porta dell’Inter con 115 milioni per Lukaku. C’era bisogno di in un centrocampista ed ecco arrivare alla corte dell’ottimo Tuchel, Saul, anima dell’Atletico Madrid per circa un decennio. I campioni d’Europa sono ancora più forti rispetto a tre mesi fa, ma la Juve incerottata non può sbagliare.

Allegri sta cercando di rivitalizzare una squadra che sembra a volte smarrirsi. A preoccupare è la difesa, storicamente punto forte, che invece subisce cinque gol nelle ultime tre gare ed è vittima di paurosi black out. Non va meglio in mediana dove Locatelli ha dimostrato di poter essere il perno della manovra, ma al suo fianco Bentancur e Rabiot faticano sia in impostazione che in rottura. Serve una svolta, serve una notte magica per gridare all’Italia e all’Europa che la Juventus è davvero tornata.

Di certo però non sarà facile e non sarà nemmeno semplice mantenere la porta di Szczęsny inviolata. Il pronostico Champions League riportato da Sportytrader per questa partita vede sia il Chelsea che la Juve capaci di perforare la porta avversaria. Nonostante gli esperti ritengano che entrambe le squadre segneranno, il Chelsea parte favorito sulla Vecchia Signora, visto il momento difficile dei padroni di casa che ormai è sotto l’occhio di tutti. Gli ultimi dodici mesi hanno influito negativamente sull’appeal della Juventus che ora si affida ai giovani per cercare di tornare grande, rialzandosi da quello che forse è il momento più difficile degli ultimi dieci anni.

Articoli correlati

Back to top button