Serie A

Juve, finalmente Arthur: si è preso il centrocampo, ma non è ancora un play ‘alla Pirlo’

Passi avanti, piccoli, ma importanti. Arthur si è finalmente preso la Juventus e nel corso della partita contro il Cagliari ha dimostrato di poter essere lui il faro di un centrocampo che, almeno per ora, sembrava proprio senza padrone. Una prestazione che da tutti è stata definita in crescendo e che è anche premiata da numeri e statistiche. 

UOMO OVUNQUE E SENZA SBAVATURE – Analizzando heatmap e touchmap, infatti, emerge chiaramente come Arthur abbia provato sempre e comunque a dare una chiara linea di passaggio ai compagni liberandosi anche in uno o due tocchi della sfera senza mai andare in difficoltà. Con 110 tocchi, infatti, sono arrivati circa 100 passaggi di cui il 96% arrivati a segno. Difensivamente ha tentato 2 contrati vincendoli entrabi, ha completato 3 intercetti vincendo circa la metà dei duelli (anche aerei).

NON UN PLAY ALLA PIRLO – Arthur si sta quindi prendendo il ruolo di play basso di questa Juventus di Andrea Pirlo, senza però essere ancora neanche lontanamento un play “alla Pirlo”. Il 96% dei passaggi riusciti e la sola singola chance creata, confermano infatti la tendenza di essere sì una certezza in mezzo al campo, ma con pochi rischi presi in verticale. Circa l’80% dei propri passaggi sono infatti diretti verso i due lati e soltanto il 18% sono proposti in avanti. È in questo dato, nel coraggio di provare ad accelerare e verticalizzare, in cui può ancora crescere. Sporcherà un po’ quelle percentuali mostruose, ma la Juventus non potrà che goderne con i suoi attaccanti che amano l’attacco della profondità.

FONTE: calciomercato.com

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto