CuriositàEuropa LeagueSerie A

Juventus, Agnelli dice si al Var: sarà il futuro del calcio

Juve Agnelli su Var: “Serve solo tempo per istruire gli arbitri”

Si sa che ormai il calcio è sempre più come la matematica: non vuole opinioni. Come si sa che la tecnologia oggi aiuta e mette a tacere gli animi più caldi. Nella giornata odierna (come riporta Tuttomercatoweb) a tal proposito si è espresso Andrea Agnelli ,debuttando come Presidente dell’Eca, in un discorso ricco di punti fondamentali sul regolamento e sulla tutela dei calciatori., che così ha “difeso”: “Si deve cercare di ridurre il numero di partite per dare loro più tempo libero e fare in modo, allo stesso tempo, che il pubblico mondiale possa seguire i calendari delle diverse competizioni”.

E’ un processo irreversibile, ma vanno rispettate le tempistiche della Uefa. Serve tempo per istruire gli arbitri, capire come si deve utilizzare. Speriamo possa essere introdotto entro il 2020″. Queste le parole del numero uno bianconero sul Video Assistant Referee, più comunemente conosciuto con il nome di VAR.

La Serie A 2017/18 passerà alla storia del calcio italiano come il primo campionato in cui gli arbitri saranno affiancati dal questo nuovo supporto: una moviola in campo introdotta dalla FIFA  già in alcune precedenti competizioni internazionali. Oltre al campionato, la tecnologia è presente anche in Coppa Italia e sarà protagonista del Mondiali di Russia 2018.

“Oggi si è discusso di obiettivi a lungo termine. È importante ricordare che siamo noi come club che investiamo e che ci prendiamo dei rischi quotidianamente, sia in campo che fuori, e sulla base di questo vogliamo che le nostre voci siano ascoltate” ha sottolineato Agnelli, che non si è risparmiato neppure un discorso in ottica futuro. “E’ fondamentale pensare a quello che accadrà dopo il 2024. Le priorità? Trovare un modo perché ci siano partite interessanti e non prevedibili. Bisognerà trovare un allineamento fra i campionati dei diversi Paesi”.

 

Articoli correlati

Back to top button