Serie A

Jimenez: “Non ci penso nemmeno a ritirarmi. Ibra è un gradino su a tutti”

Ha parlato a gianlucadimarzio.com, l'ex attaccante dell'Inter Luis Antonio Jimenez, ripercorrendo un pò tutta la sua carriera

Ha parlato a gianlucadimarzio.com, l’ex attaccante dell’Inter Luis Antonio Jimenez, ripercorrendo un pò tutta la sua carriera. Il cileno che all’età di 36 anni ancora sta giocando e non ha alcuna intenzione di ritirarsi, rimanendo al Palestino almeno per un ulteriore stagione.

Luis Jimenez sulla sua voglia di continuare a giocare

Ritirarmi? Non ci penso nemmeno, per ora mi sento bene. E, finché riuscirò a dire la mia, continuerò a giocare con la stessa gioia di sempre. Dopo una lunga esperienza tra Emirati e Qatar, sentivo il desiderio di confrontarmi con il campionato cileno. Sono tornato nella mia città, Santiago del Cile, al Palestino, la squadra che mi ha permesso di diventare un professionista. Resterò qui per almeno un altro anno, poi si vedrà”.

Sull’addio all’Inter nell’anno del Triplete

“I nerazzurri mi hanno permesso di esordire in Champions League, peccato non essere rimasto con loro fino alla vittoria del Triplete. Con Mourinho avevo un bel rapporto, ma fui io a chiedere di andare al West Ham: ero reduce dall’infortunio più brutto della mia carriera, mi serviva continuità per tornare al top. E all’Inter non l’avrei trovata”.

Conclude Jimenez sui tanti campioni conosciuti in Italia

Crespo, Adriano, Cruz, Balotelli… Ibrahimovic, però, è tutta un’altra cosa. Ho conosciuto tanti campioni, Zlatan però è un gradino più su. E non solo per come gioca, ma per tutto quello che è: basta vederlo in campo oggi per farsi un’idea. Ha quasi 40 anni e sembra ancora un ragazzino. Magari corre un po’ meno… però corre bene!”.

Articoli correlati

Back to top button