Serie A

Juventus, Lippi: “Mi rivedo in Allegri. I bianconeri al pari delle big”

Sull’edizione odierna de “Il Corriere dello Sport“, è presente una lunga intervista a Marcello Lippi, ex commissario tecnico dell’Italia e che ora allenata la Nazionale Cinese. Tanti i temi affrontati dal tecnico italiano che ha parlato anche della sua vecchia Juventus guidata da Allegri e che può annoverare tra le sue fila anche Cristiano Ronaldo.

“Ronaldo è arrivato al momento giusto. Se fosse stato preso tre, quattro anni fa quando Real, Barcellona e Bayern erano decisamente superiori, avrebbe potuto incidere di meno. Ora invece la Juve è allo stesso livello delle top europee, è cresciuta tanto, per questo ho sensazioni positive. Forse il Ronaldo attuale non è ancora quello di Madrid, ma si comporta come un ottimo giocatore della Juve, si è immediatamente calato nella parte e i compagni l’hanno accolto benissimo riconoscendone sul campo la grandezza”. ha dichiarato Lippi.

Se risulta meno brillante, almeno fino ad ora, è soltanto perché si confronta con un calcio difensivamente più evoluto. Se Dybala ha sofferto l’arrivo di Ronaldo? Non credo proprio, era semplicemente in ritardo di condizione, i due si trovano bene e la loro intesa migliorerà col tempo. Allegri? Lui come me è arrivato alla Juve a 46 anni e sempre come me ha vinto il campionato al primo tentativo. Abbiamo radici toscane, come con Luciano. Se ci pensi bene, tutti e tre sanno fare squadra, trasmettere positività, leggere la partita e affrontare i vari momenti”, ha concluso l’ex tecnico dei bianconeri.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio