NazionaleSerie A

Donadoni: “Nessun rimpianto con Bologna e Nazionale. Non so cosa farò in futuro”

In un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, Roberto Donadoni ha parlato delle sue esperienze al Bologna, al Milan e in Nazionale: Il Bologna non giocava così male, stava crescendo piano piano. Abbiamo raccolto quello che si poteva. Con Elliott al Milan mi sento più tranquillo e anche il ritorno di Leonardo è un fatto positivo, lo considero preparato e intelligente”.

Le parole dell’ex tecnico dei felsinei

“Ad Euro 2008 siamo usciti contro quella Spagna che avrebbe cominciato il suo ciclo d’oro: non ho rimpianti, non potevo fare meglio di Lippi con l’Italia. Perché non ho accettato la proposta di sostituire Conte? Anche se era più vantaggiosa, volevo onorare l’impegno con il Bologna“.

Non so cosa farò in futuro, ma valuterò tutto con grande serenità. La chiamata di una grande squadra? Il perché non mi abbiano mai chiamato bisogna chiederlo ai loro dirigenti. È così anche per il Milan, si vede che non mi ha mai ritenuto all’altezza. Ho tanta voglia di ricominciare, ho il fuoco dentro”.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button