Nazionale

Nazionale, Immobile: “Uno shock non essere ai Mondiali”

Immobile e lo shock ancora vivo della mancata qualificazione ai Mondiali 2018

Ciro Immobile shock Mondiali. In vista della sosta per le Nazionali, l’attaccante della Lazio torna sulla mancata qualificazione degli azzurri. Per lui è stato un vero shock, che ancora non dimentica: “La mancata qualificazione ai Mondiali resterà una macchia nella nostra carriera, quest’anno ho giocato due volte a Milano e ho sempre pensato alla gara con la Svezia: uno shock. Non andare ai Mondiali ci penserà ancor più quando a giugno vedremo che l’Italia non è in Russia. Dispiace tanto, specie a tutti noi che non avevamo fatto un bel Mondiale in Brasile. Poteva essere l’occasione del riscatto. Comunque ora dobbiamo guardare avanti, ci sono tanti giovani, sapremo riprenderci”.

Il giocatore parla di Ventura e del gruppo dei compagni della Nazionale

All’attaccante di Torre Annunziata gli si chiede dell’ex commissario tecnico dell’Italia, dice: Ventura? Non l’ho più risentito”. Poi parla dei compagni di avventura in azzurro: “Il gruppo è sempre stato buono e unito. Abbiamo cercato di rincuorarci con l’obiettivo di ripartire. Credo che Buffon sia qui anche per questo, e ne ha tutto il diritto: è qui anche per aiutarci. Senza di lui sarebbe tutto più difficile. La sfida con Messi in Italia-Argentina? L’ho affrontato nella finale di Supercoppa europea, sfidarlo è come giocare alla playstation. Quest’anno mi trovo a pari merito con lui per gol fatti. Ha chiamato l’ultimo figlio Ciro? Mi piacerebbe parlarci e stringergli la mano”.

Articoli correlati

Back to top button