ApprofondimentiNations L.Nazionale

Immobile in panchina per 90′: quando il titolo di capocannoniere non vale la titolarità

Leggendo il report del pari striminzito ottenuto dall’Italia di Roberto Mancini contro la Polonia, balza all’occhio il mancato utilizzo di Ciro Immobile. Il capocannoniere dello scorso campionato di Serie A, infatti, è rimasto per 90′ a guardare dalla panchina le gesta di Mario Balotelli e Andrea Belotti.

Immobile in panchina contro la Polonia

Sebbene il modulo scelto dal tecnico jesino – il 4-3-3 – non permetteva l’utilizzo di due punte, la domanda sorge spontanea: una delle Nazionali peggiori di sempre può fare a meno del suo uomo più prolifico? I numeri, come sempre, danno la risposta: dei 10 tiri totali nella sfida del Dall’Ara, appena 2 conclusioni scoccate da Jorginho e Federico Chiesa hanno inquadrato lo specchio della porta. Segno inequivocabile di una scarsa incisività in attacco di Super Mario e del Gallo.

Italia-Polonia, le contro-pagelle di TCN

A questo punto, contrariamente a quanto successo al suo predecessore, ci auguriamo che Mancini ritorni subito sui suoi passi rilanciando dall’inizio l’attaccante della Lazio già dalla sfida contro il Portogallo. È parso evidente come l’attacco, supportato da un centrocampo apparso molto in difficoltà con Roberto Gagliardini e Lorenzo Pellegrini, abbia bisogno degli strappi e delle accelerazioni del bomber biancoceleste. Caratteristiche che possono mettere in difficoltà i campioni d’Europa in carica nel match di Nations League di lunedì sera.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button