Serie A

Il falconiere della Lazio: “Stimo Mussolini, non sapevo fosse vietato quel saluto”

Il falconiere della Lazio Juan Bernabè è stato sospeso dopo aver fatto il saluto romano al termine della partita vinta contro l'Inter

Il falconiere della Lazio Juan Bernabè è stato sospeso dopo aver fatto il saluto romano al termine della partita vinta dai biancocelesti contro l’Inter. Ecco le sue dichiarazioni.

Il falconiere della Lazio: “Stimo Mussolini”

Il falconiere ha parlato del suo gesto che tanto sta facendo discutere, scusandosi per quanto fatto, ma non rinnegando la sua ideologia di estrema destra. Ecco le sue parole: “Per me è un saluto militare, io sono nato dentro l’esercito. Ho una cultura di destra, sono del partito Vox come tanti amici calciatori e ne vado orgoglioso”.

Poi ha continuato parlando della sua stima nei confronti di Mussolini: “Ho urlato ‘Duce, Duce…’ l’ho fatto e non lo rinnego perché io stimo Mussolini, ha fatto tante grandi cose per l’Italia così come Franco in Spagna. Sono un estimatore di entrambi e ne vado fiero”.

Bernabé ha poi detto di essere in attesa del comunicato di sospensione da parte della Lazio. E che non sapeva fosse vietato: “Non sapevo fosse vietato quel modo di esultare nel vostro paese, altrimenti non l’avrei fatto. Non volevo mettere in difficoltà la Lazio. Ma sono qui, sono uomo e come tale pronto a pagarne le conseguenze subito”.

Articoli correlati

Back to top button