ApprofondimentiSerie A

Genoa, che fine ha fatto Buksa? L’attaccante non è convocato dalla seconda giornata

Il classe 2003 è assente dalla sfida con il Napoli disputata ad agosto

Al Genoa occhio alla situazione circa il giovane attaccante classe 2003 Aleksander Buksa, acquistato il 1 luglio 2021 dal mercato degli svincolati. L’ultima convocazione per il polacco risale ad agosto nel match interno perso col Napoli per 1 – 2. Il polacco entrò senza lasciare il segno, da lì 0 convocazioni. Ballardini, tempo fa, disse in un’intervista che aveva bisogno di tempo per crescere e maturare, probabilmente troppo giovane per un campionato tosto come la nostra massima serie.

Genoa, che fine ha fatto Buksa?

Fratello minore di Adam Buksa, anche lui calciatore professionista, cresciuto nel settore giovanile del Wisła Cracovia, ha esordito in prima squadra a poco più di sedici anni il 22 aprile 2019 disputando l’incontro perso 3-2 contro il Wisła Płock. Il 23 agosto 2019 ha realizzato la prima rete in carriera segnando l’ultimo gol del match perso 3-2 contro il Jagiellonia diventando, a 16 anni e 220 giorni, il più giovane marcatore della storia del Wisla. Al termine della stagione 2020-2021, conclusa con tredici presenze e zero reti segnate, non gli viene rinnovato il contratto e resta svincolato. Il 1º luglio 2021 viene annunciato ufficialmente il suo passaggio al Genoa. Esordisce con il club il 29 agosto seguente nella sconfitta per 1-2 contro il Napoli. È un centravanti molto alto e dotato di una buona tecnica di base. Bravo nel proteggere palla e nelle sponde aeree, la sua principale caratteristica è la freddezza sotto porta.

Articoli correlati

Back to top button