Senza categoria

Milan, Gattuso: “La partita contro l’Arsenal ci serve per alzare l’asticella”

Un Gattuso molto motivato e rispettoso dell’avversario quello che ha parlato poco fa in conferenza stampa. Domani il suo Milan è atteso da una partita dal fascino internazionale non di poco conto contro l’Arsenal. Lo stesso allenatore rossonero ha poi fatto un paragone tra se stesso e Wenger, oltre a incoraggiare i suoi ad alzare l’asticella delle prestazioni. Il tecnico teme che ci sia troppa leggerezza intorno alla partita, sebbene ci sia un trend molto positivo intorno alla sua squadra.

Gattuso Milan-Arsenal: le parole del tecnico in conferenza

“Tolti Biglia e Bonucci questa squadra non dispone di tanta esperienza a livello internazionale”. Così l’ex centrocampista ha cercato di condizionare psicologicamente la gara dei suoi giocatori. La mancanza di esperienza in questo tipo di partite deve essere uno stimolo positivo a confrontarsi su certi palcoscenici. Nonostante si tratti di una partita europea e non italiana, l’approccio che vuole dare il tecnico rossonero resta lo stesso: Dobbiamo preparare le partite sempre alla stessa maniera. Sia contro la Roma che contro la Lazio infatti le partite sono state simili, lo dicono le statistiche”. 

Infine il discorso relativo all’avversario di domani, quell’Arsenal che proprio contro il Milan si è confrontato nella Champions del 2009 e del 2012: Dobbiamo stare attenti alle loro qualità, l’Arsenal è una squadra da sempre piena di campioni. E’ vero che anche noi ne abbiamo, ma dobbiamo unirla alla quantità”.

Il paragone con Wenger

Gattuso durante la conferenza stampa ha speso parole d’elogio verso il manager alsaziano: Rispetto a Wenger io sono nella categoria dei pulcini. Se dobbiamo fare una sfida tra Gattuso e Wenger non c’è partita. E’ un uomo di grandissima esperienza e da parte mia c’è solo rispetto per uno che ha vinto tanto come lui”. 

Il tecnico rossonero fa molto bene a sviscerare la forza dell’avversario per mantenere alta la concentrazione e l’attenzione alla gara. Gli ultimi risultati positivi del Milan, con annessa qualificazione alla finale di Coppa Italia non devono far credere a tutti che il Milan possa “passeggiare” contro un Arsenal mai così in crisi. Gattuso vuole alzare l’asticella e chissà che a fine anno non potrà godersi davvero qualcosa di importante.

Articoli correlati

Check Also
Close
Back to top button