Serie C

Monza, Galliani: “Sospensione campionati sarebbe un dramma economico”

Ex amministratore delegato del Milan, ora al Monza, Adriano Galliani è stato intervistato dal giornale spagnolo As. Il dirigente lombardo ha parlato dell’eventuale ripresa del campionato, oltre che ricordare i numerosi aneddoti di mercato che lo vedono protagonista.

Galliani su ripresa campionato

Sono assolutamente contrario a una sospensione definitiva della stagione. Questa decisione causerebbe un dramma economico per tutti i club del mondo. Credo che la soluzione sia molto semplice: la stagione deve terminare prima del 31 dicembre e le prossime due si dovranno disputare nel 2021 e nel 2022. Non dobbiamo avere fretta di tornare in campo, l’importante è recuperare le partite”.

Sul Monza: Ibra? Sì, ci abbiamo pensato prima della crisi. Il Monza è un club solido, appartiene al 100% a Fininvest, il nostro obiettivo è portarlo in Serie A e lasciarlo lì in maniera stabile. Sono nato a Monza, da bambino ero tifoso di questa squadra”.

Sul mercato: “Ci sono due affari che porto nel cuore. Il primo è la vendita di Kakà nel 2009. Ero disperato, non volevo, pensai di scappare in Brasile per guadagnare tempo. Florentino (Perez, ndr), mi disse: ‘Fai quel che vuoi’. Alla fine dovetti cedere. E poi il rimpianto con Fernando Redondo, ero pazzo di lui. Venne qui, si infortunò e non potè mai mostrare il suo talento”.

Articoli correlati

Back to top button