ApprofondimentiCalciomercato

Cinque fuoriclasse col contratto in scadenza (o quasi): quale futuro per loro?

Ci sono sei campioni, in giro per l’Europa, col contratto in scadenza a giugno o nel 2023. Segno dei tempi: con le difficoltà economiche dovute anche alla pandemia

Ci sono sei campioni, in giro per l’Europa, col contratto in scadenza a giugno o nel 2023. Segno dei tempi: con le difficoltà economiche dovute anche alla pandemia, i club non hanno più la stessa facilità nel rinnovare i contratti delle loro stelle. Ed ecco, allora, che il 2022 rischia di essere l’anno in cui i trasferimenti più importanti, quelli capaci di ribaltare tutti i pronostici in qualsiasi campionato sui siti di scommesse con tutti i giochi del casino, saranno a parametro zero. Andiamo a scoprire chi sono e che prospettive hanno per l’immediato futuro.

Kylian Mbappé

L’attuale ingaggio del fuoriclasse del PSG è di 12 milioni di euro netti a stagione più bonus. Il club transalpino è pronto a fare follie pur di trattenere il 23enne che, però, in più di un’occasione ha espresso il desiderio di cambiare aria. Insomma, potrebbe non bastare la faraonica offerta di 30 milioni di euro annui, Mbappé potrebbe finire in Spagna: il Real Madrid, a fine agosto, si spinse fino a 200 milioni di euro per comprarne il cartellino e ora può davvero sognare il grande colpo a zero visto che il contratto del campione del Mondo 2018 con la Francia è in scadenza a giugno.

Mohamed Salah

Il contratto di Salah scade invece nel 2023 ma la situazione è complicata: l’egiziano guadagna 12 milioni a stagione, è il terzo più pagato nella rosa del Liverpool ma chiede più del doppio: 25 milioni di euro annui. Troppi per i “reds” che non sono soliti fare follie in tema di ingaggi e che non hanno le stesse disponibilità di City o PSG. La Liga potrebbe essere nel futuro di Salah: si parla del Real Madrid, nel caso dovesse fallire l’operazione Mbappé, o del Barcellona che però è alle prese con una situazione finanziaria disastrosa.

Paul Pogba

Contratto in scadenza a giugno per Pogba ma poca voglia di restare al Manchester United. I “red devils” hanno messo sul piatto un aumento d’ingaggio (da 15 a 20 milioni di euro a stagione) per trattenere il francese che però continua a guardarsi intorno. L’ipotesi di un ritorno alla Juventus è complicata, il “polpo” è fuori budget per i bianconeri, possibile invece l’inserimento del PSG considerati anche gli ottimi rapporti tra Leonardo e Mino Raiola, agente del giocatore.

Franck Kessie

Dagli attuali 2.5 milioni di euro netti a 8 milioni a stagione: la richiesta di Franck Kessie per rinnovare il suo contratto in scadenza a giugno ha fatto tremare i polsi al Milan che non va oltre l’iniziale offerta di 6.5 milioni l’anno. I margini di manovra sembrano minimi e, anche in questo caso, l’ombra del PSG è incombente: non è un caso che le richieste di Kessie sembra siano state più esose proprio dopo le prime voci sull’interessamento dei francesi.

Lorenzo Insigne

Anche in questo caso, contratto in scadenza nel 2022 e ancora tanta distanza col club: il Napoli sta ormai preparandosi all’addio di Lorenzo Insigne, in rotta con Aurelio De Laurentiis. Il 10 della nazionale, a 30 anni, cerca probabilmente l’ultimo grande contratto della sua carriera ma si riterrebbe soddisfatto sei i partenopei dovessero confermargli gli attuali 4.5 milioni di euro a stagione. ADL non va oltre i 3.5 milioni e allora si aprono gli scenari per l’addio: l’Inter è vigilie, ormai dalla scorsa estate, si parla anche del Tottenham. Ma dal punto di vista economico l’offerta più allettante arriva dalla MLS, dai Toronto FC: triennale da 33 milioni di euro.

Articoli correlati

Back to top button