Ferrero in carcere, il presidente rivela: “Piccola storia adolescenziale finita male”

Cessione Sampdoria

Ferrero in carcere a 14 anni: "Non ho né stuprato né rapinato: siedi uno schiaffo ad un vigile che era il padre della mia ex"

Ferrero in carcere, a rivelare quest’aneddoto della vita del Viperetta è stato lo stesso presidente della Sampdoria negli studi di Domenica In: “A 14 anni finii in un carcere minorile, mia madre mi passava le sigarette di contrabbando”.

Ferrero in carcere: la rivelazione shock

“Non ho né stuprato né rapinato, solo una piccola storia adolescenziale: stavo con una ragazza figlia di un vigile urbano che non era d’accordo sulla nostra relazione, era un malato di mente. Mi fermò sul motorino e gli diedi uno schiaffo, così lui mi portò in carcere”.

La Roma? È stata una risposta di cuore. Mio figlio Rocco è sampdoriano, è entrato allo stadio con la maglia blucerchiata. Io sono nato a Testaccio e tifo Roma ma la Sampdoria è la mia azienda e devo fare i miei interessi. Tra due settimane sto ad aspetta’ a Roma!”.

TAG