Della Valle contro un tifoso della Fiorentina: “Tolga quei post!”

Flash mob contro Della Valle, risposta alla lettera del presidente

Della Valle contro un tifoso della Fiorentina, la diffida dei presidenti viola nei confronti di un support della formazione Viola

Della Valle contro un tifoso della Fiorentina. Come riportato da violanews.com, la dirigenza Viola ha diffidato un supporter della squadra toscana per dei post offensivi contro i due proprietari della Fiorentina.

Della Valle contro un tifoso della Fiorentina

Ecco la diffida nei confronti del tifoso, riportato da violanews.com, accusato di aver pubblicato un post “con contenuti inguriosi nei confronti dei Della Valle:

Egregio Signor A.C.

1. Le indirizziamo la presente comunicazione in nome e per conto dei Signori Andrea e Diego Della Valle, i quali hanno appreso che Lei sta utilizzando il Suo profilo Facebook per pubblicare contenuti ingiuriosi, offensivi e denigratori nei loro confronti, quali ad esempio i seguenti, oltre all’immagine profilo con la fotografia “barrata” del Dottor Diego Della Valle:

“Sulla tomba di Davide promettesti una squadra da Europa.Sulla tua tomba pisceremo con gioia.
DELLA VALLE PEZZO DI M***A”

“Inter in trasferta Casette d’Ete deserta. #DellaVallePezzoDiM***a”

2. Sebbene non sia intenzione dei nostri assistiti contestare o limitare la libertà di manifestare liberamente il Suo pensiero, inteso anche quale diffusione di notizie per mezzo di mezzi di comunicazione di massa, osserviamo che tale diritto non può essere garantito in maniera indiscriminata ed assoluta, incontrando necessariamente dei limiti negli altri diritti di pari importanza, quale quello a non veder leso la propria reputazione, personale e commerciale. Nel caso di specie, rileviamo che il buon nome e la reputazione dei signori Diego e Andrea Della Valle risultano gravemente lesi dai contenuti da Lei pubblicati.

3. Sottolineiamo che la Sua condivisione di commenti ingiuriosi in relazione ai Signori Della Valle integra gli estremi della diffamazione ai sensi dall’articolo 595 del Codice Penale che dispone: “Chiunque … offende l’altrui reputazione, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1032” con l’aggravante prevista al terzo comma ove si legge “Se l’offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore ad euro 516”.

4. Alla luce di quanto precede, Le richiediamo in nome e per conto dei nostri assistiti di rimuovere immediatamente qualsiasi post diffamatorio nei confronti dei signori Della Valle dal Suo profilo Facebook (inclusi i contenuti citati al primo paragrafo) e da ogni ulteriore possibile sito web e pagina su qualsivoglia Social Network a Lei riconducibile o sotto il Suo controllo. Le chiediamo inoltre di astenersi dal pubblicare su qualsiasi ulteriore pagina web contenuti diffamatori nei confronti dei signori Della Valle.

5. Confidiamo che non esiterà ad ottemperare prontamente alle richieste sopra indicate dei nostri assistiti ai fini di una rapida e positiva soluzione della presente questione. Tuttavia, La informiamo che, in mancanza della Sua pronta collaborazione entro 5 giorni dal ricevimento della presente, i nostri assistiti si vedranno costretti, loro malgrado, a tutelare i loro diritti in ogni sede ritenuta opportuna (civile e penale), con ampie riserve in ordine ai danni e alle spese.

Restiamo in attesa di un Suo riscontro a mezzo email a (…) e ci confermiamo a disposizione per eventuali chiarimenti anche telefonici al numero (…).

Distinti saluti.