Serie A

De Zerbi post Sassuolo-Milan: “L’espulsione ci ha fatto crollare per un pò”

Ha parlato al termine della partita persa 1-2 contro il Milan, il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi, soffermandosi sulla prestazione della sua squadra. L’allenatore si è detto tutt’altro che soddisfatto dell‘atteggiamento dei suoi, soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva.

De Zerbi su questa sconfitta contro il Milan

“Nel primo tempo, al di là dei gol rivedibili, è venuta fuori poco la voglia di non prendere gol. Abbiamo fatto bene, loro sono la squadra più in forma del campionato, una delle sfide più difficili. Ovviamente l’espulsione ci ha fatto crollare per un po’, non possiamo permettercelo contro il Milan. Purtroppo nel secondo tempo 7/8 credevano di poter pareggiare, 2/3 no e questo mi ha fatto arrabbiare. Se non ci mettiamo tutto, la panchina è lunga e si sta vicino a me a vedere le partite. Io con i calciatori ho parlato e sono chiaro con lui”.

Per quanto riguarda la voglia dei giocatori

Alcuni calciatori sono giovani, è giusto che pagheranno questa situazione sulla loro pelle. Ovviamente devono migliorare e lo faranno sicuramente. Fase difensiva? Ci stiamo esercitando, ma parte tutto dalla testa e da un aspetto individuale. Se parliamo di cose tattiche il discorso è più ampio”.

De Zerbi sul salto di qualità del suo Sassuolo

Il futuro è sabato a Napoli, poi Genoa e Udinese. Come tutti veniamo giudicati bisognerà fare delle scelte su chi pensiamo possa essere all’altezza per proseguire. Poi capiremo cosa ci farà bene per migliorare, questi discorsi li faremo a prescindere dagli ultimi risultati, positivi o non che siano”.

Conclude sulla crescita di Locatelli

Ha fatto una crescita perchè l’ha voluta lui e sono contento di questo. Non mi sento così decisivo per la sua crescita, è stato lui a volerlo. La qualità l’ha appresa dai suoi genitori, ha cambiato passo mentalmente e si sta prendendo quello che merita, il campo lo merita“.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio