Serie Minori

Da Pistoia fanno la corte a Giusti (presidente Aglianese). Le ultime

Da Pistoia arrivano sempre più voci che vedrebbero l'attuale presidente dell'Aglianese Giusti vicino all'acquisto della Pistoiese

Da Pistoia fanno la corte a Giusti (presidente Aglianese). Le ultime

«Ho ricevuto una mail ufficiale in cui il sindaco di Pistoia mi chiedeva di poter contattare la famiglia Giusti per parlare con loro di Pistoiese». A dare la notizia è il sindaco di Agliana, Luca Benesperi, che conferma come dopo le indiscrezioni lanciate da pistoiasport il sindaco Alessandro Tomasi, ancora garante per un eventuale passaggio di proprietà della Pistoiese, abbia fatto ufficialmente il primo passo per sondare la disponibilità del presidente dell’Aglianese a riguardo.

Il primo cittadino di Agliana, attivamente impegnato in queste ore per supportare la squadra neroverde della sua città in ottica di una possibile ammissione o ripescaggio in Serie C, non ha messo il bastone tra le ruote a questo sondaggio del suo pari ruolo pistoiese, spiegando come questo, in fin dei conti, sia il momento più indicato per affrontare una tematica di questa portata. «Non ho parlato di niente fino a che l’Aglianese si giocava la storia, anche perché erano cose che non mi competono. In questi giorni però Agliana e l’Aglianese sono state tirate in ballo e come istituzione mi sono sentito in dovere di parlare. Ho sempre lavorato per Agliana e l’Aglianese, poi è chiaro che non sono indifferente ad una squadra come la Pistoiese che seguo da bambino. Facendo un discorso razionale – aggiunge poi Benesperi- è anche giusto pensare che due realtà vicine si possano unire per creare qualcosa di bello e importante, anche se la Toscana è da sempre campanilistica e provinciale nel senso più bello del termine».

Per il sindaco di Agliana l’intuizione e la provocazione di Pistoia Sport è valida, al punto da dare la sua disponibilità, ora e in futuro, a discutere della tematica, seppur preservando e tutelando gli interessi della comunità che rappresenta. «L’idea di Pistoia Sport è giusta, poi si scontra con i fatti: c’è la voglia di un paese che sogna di tornare tra i professionisti dopo trenta anni. Questa settimana mi è arrivata una mail ufficiale in cui il Sindaco di Pistoia mi chiedeva se fosse stato possibile mettersi a sedere e parlarne. Io mi sono reso disponibile e ho dato il consenso al contatto tra il sindaco Alessandro Tomasi e Gabriele Giusti».

In tutto questo però non bisogna dimenticare che l’Aglianese, dopo aver sfiorato la promozione sul campo, resta ancora in corsa per una promozione tra i professionisti a pallone fermo. In questo senso la prossima settimana sarà decisiva e in casa neroverde ovviamente c’è la volontà di proseguire e concretizzare anche in questo modo il sogno inseguito per tutta la stagione agonistica appena conclusa. «C’è anche la possibilità che l’Aglianese sia ripescata in C accedendo ad un impianto che non è quello di Agliana, la società sta valutando tutte le possibilità per poter giocare nel campionato professionistico. Le mancanze del nostro stadio, comunque, non sono strutturali, quando di dotazioni come ad esempio l’impianto di videosorveglianza. Qui da noi c’è la possibilità di fare calcio di alto livello e la famiglia Giusti ritiene che Agliana abbia ancora tanto da dire come bacino d’utenza, centralità e voglia di fare calcio».

Infine, Luca Benesperi, appassionato tifoso arancione, applaude al lavoro del collega Tomasi, sottolineando quando impegno abbia messo per la causa orange negli ultimi mesi in cui si è ritrovato a recitare un ruolo da protagonista per l’Olandesina. «Il sindaco di Pistoia si è speso per la situazione della Pistoiese. Di sicuro non ha aiutato la tempistica delle due squadre: la Pistoiese ha finito la stagione a maggio, l’Aglianese domenica scorsa. Agliana è stata chiamata in ballo e mi sono comportato in maniera lineare: mi interessava vincere il campionato con l’Aglianese, ma mi pareva assurdo negare un incontro con le parti».

FONTE: notiziariodelcalcio

Articoli correlati

Back to top button