Serie A

Crespo: “Il Milan è una specie di religione, richiede una dedizione assoluta”

E’ intervenuto sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, l’ex attaccante del Milan Hernan Crespo, soffermandosi sul momento positivo della sua ex squadra. L’argentino che ha commentato anche l’ottimo lavoro svolto da Stefano Pioli e ha parlato dell’importanza di Zlatan Ibrahimovic per i rossoneri.

Crespo e la sua grande passione per il Milan

Il Milan è una specie di religione: agli osservanti e praticanti richiede una dedizione assoluta. Quando gioca il Milan accendo la tv e non voglio essere disturbato, cascasse il mondo. Questo Milan mi piace e rispetto molto Pioli. Lo conosco molto bene: è disponibile al dialogo e soprattutto ha dato un’identità a tutto il gruppo.”

Conclude sulle qualità dei rossoneri

“Il Milan adesso mi sembra una squadra equilibrata, coraggiosa e piena di entusiasmo. Ibrahimovic? Non si discute, da solo tiene impegnati quattro difensori e questo lascia più liberi gli altri. Però a parte lui Pioli ha rigenerato Kessiè, sta inserendo Tonali e Brahim Diaz, poi c’è Calhanoglu. Qualità, gioventù e Ibra… questo Milan mi piace davvero tanto“.

Articoli correlati

Back to top button