Coppa Italia: Inter-Cagliari 4-1, un super Lukaku travolge i sardi

Razzismo Lukaku Slavia Praga - Inter

Negli Ottavi di Finale di Coppa Italia l'Inter batte il Cagliari 4-1 grazie ad un super Lukaku ed approda al turno successivo

Negli Ottavi di Finale di Coppa Italia l’Inter batte il Cagliari 4-1 grazie ad un Lukaku devastante che annienta senza appello la debole resistenza dei sardi.

Coppa Italia: Inter-Cagliari 4-1, Lukaku da urlo

L’Inter si sbarazza fin troppo facilmente del Cagliari ed approda ai quarti di finale di Coppa Italia dove affronterà la vincente dello scontro tra Fiorentina ed Atalanta.

Come previsto entrambe le squadre fanno ampio turn-over dando spazio a chi gioca di meno.

Nei neroazzurri si rivede dopo tre mesi Alexis Sanchez come spalla di Lukaku in attacco. Rinnovate anche le fasce laterali con l’inserimento di Lazaro e Dimarco ed il trio difensivo in cui Ranocchia prende il posto di De Vrij.

Maran lancia Walukiewicz in difesa mentre a centrocampo c’è spazio per Oliva e Ionita al posto di Cigarini e Rog. Davanti Castro e Nainggolan supportano l’unica punta Cerri.

Inter-Cagliari: la cronaca

Entrambe le squadre hanno delle buone motivazioni per ben figurare: i neroazzurri hanno appena perso il primato in Campionato a seguito del pareggio interno con l’Atalanta; il Cagliari è reduce da quattro sconfitte consecutive che ne hanno minato le certezze e ha tutto l’intenzione di voler riprendere la marcia interrotta.

La contesa in realtà dura appena ventidue secondi: retropassaggio sanguinoso di Oliva, irrompe Lukaku che entra in area e fulmina Olsen. I sardi sono frastornati dall’episodio e cadono in balìa delle spire neroazzurre.

I ragazzi di Conte dominano in lungo e in largo e all’undicesimo vanno nuovamente in gol con Lukaku che devia di testa un cross di Dimarco sugli sviluppi di un angolo battuto corto. Il guardalinee però alza subito la bandierina e segnala la posizione irregolare, per pochi millimetri, dell’attaccante belga. A ruota ci prova anche Sanchez, positivo il suo rientro, con un pallonetto di testa che si spegne sull’esterno alto della porta difesa da Olsen.

Al ventiduesimo giunge il raddoppio meneghino: Lazaro batte corto un corner per Barella, cross dell’ex Cagliari per l’inserimento sul secondo palo di Borja Valero che appoggia in rete il più facile dei gol. Del Cagliari nemmeno l’ombra tanto che l’undici di Maran nel primo tempo non oltrepassa mai la tre-quarti. Un tiro di Brozovic che non inquadra lo specchio della porta chiude un primo tempo a senso unico.

La ripresa si apre come la prima frazione ossia con il gol dell’Inter e l’autore è ancora una volta Romelu Lukaku. Lazaro batte velocemente un calcio d’angolo, palla a Barella che crossa e colpo di testa in torsione del centravanti.

La probabile strigliata negli spogliatoi da parte di Maran ha comunque l’effetto di rendere un pò più vivo il match. Cerri colpisce di testa senza inquadrare la porta deviando un cross di Nandez mentre a metà frazione un bolide di Nainggolan si infrange sul palo.

Al settantaduesimo arriva il gol dei sardi con un potente destro da fuori area di Oliva che fulmina Handanovic. Il Cagliari cerca di salvare la dignità e ora combatte con maggior tenacia. Ancora Nainggolan da fuori mette in apprensione il portiere sloveno ma la mira è leggermente imprecisa e l’occasione sfuma.

All’ottantesimo minuto Ranocchia però chiude la partita svettando su un calcio d’angolo e approfittando della distratta difesa sarda. Rimane il tempo solo per ammirare una pregevole punizione di Biraghi su cui Olsen compie un super intervento.

Il Tabellino

Inter (3-5-2): Handanovic, Godin, Skriniar, Ranocchia, Dimarco (78′ Biraghi), Borja Valero, Brozovic (69′ Sensi), Barella, Lazaro, Sanchez (69′ Esposito), Lukaku

All. Conte

Cagliari (4-3-2-1): Olsen, Faragò, Pisacane, Walukiewicz, Lykogiannis, Ionita (79′ Joao Pedro), Oliva, Nandez (80′ Birsa), Castro (46′ Rog), Nainggolan, Cerri

All. Maran

Reti: 1′ Lukaku, 22′ Borja Valero, 48′ Lukaku, 72′ Oliva (C), 80′ Ranocchia

 

 

TAG