Serie Minori

Coppa Italia 2021-2023: ecco il nuovo format senza i club di Serie D

In un comunicato diffuso sui propri canali ufficiali, la Lega Serie A ha pubblicato il regolamento delle prossime tre edizioni di Coppa Italia

Coppa Italia 2021-2023: ecco il nuovo format senza i club di Serie D

In un comunicato diffuso sui propri canali ufficiali, la Lega Serie A ha pubblicato il regolamento delle prossime tre edizioni della Coppa Italia. Come annunciato da diverse settimane, il tabellone principale sarà formato da 40 squadre, ovvero tutte le partecipanti ai campionati di Serie A e B, più 4 società “segnalate dalla Lega Calcio tra quelle ammesse al campionato di Serie C alle date fissate annualmente dalla FIGC per la decisione del Consiglio Federale sulla concessione delle Licenze Nazionali, ovvero il maggior numero che dovesse rendersi necessario per il completamento dell’organico della competizione” e nessun club di Serie D rispetto ai nove che invece hanno partecipato alle ultime edizioni.

Tutte le società saranno posizionate in un tabellone di tipo tennistico, con posti dal numero 1 al numero 44 assegnati in base alla posizione maturata in campionato nelle stagioni precedenti.

La testa di Serie numero 1 sarà la vincitrice dell’ultima edizione della Coppa Italia, la numero 2 quella che ha conquistato lo Scudetto. Otto società si affronteranno nel turno preliminare, 28 giocheranno a partire dai trentaduesimi di finale, mentre le otto teste di serie (Juventus, Inter, Milan, Atalanta, Napoli, Lazio, Roma e Sassuolo) entreranno in scena dai sedicesimi. Le ultime quattro squadre (dal n° 41 al n° 44) saranno invece le tre seconde classificate nei gironi della Serie C della stagione precedente, più la società vincitrice della Coppa Italia di Serie C. Qualora una delle seconde classificate o la vincitrice della Coppa Italia di Serie C (o entrambe) coincidano con una delle promosse in Serie B, parteciperà la squadra meglio classificata ex art.49 NOIF tra quelle che abbiano disputato il secondo turno della fase play-off nazionale. Le sfide si disputeranno tutte a gara unica, eccezion fatta per la semifinale, che sarà andata/ritorno. La finale si disputerà all’Olimpico di Roma.

Criterio formazione tabellone
Posizione da 1 a 8: squadra vincitrice Coppa Italia stagione precedente, squadre classificate dal primo al settimo posto nel campionato precedente
Posizione da 9 a 24: squadre classificate dal nono al sedicesimo posto, squadre retrocesse in Serie B, squadre promosse in Serie A e perdente finale play-off di Serie B
Posizione da 25 a 36: squadre che hanno disputato i playoff di Serie B, squadre classificate dal nono al sedicesimo posto
Posizione da 37 a 40: squadre promosse in Serie B
Posizione da 40 a 44: squadre seconde classificate nei gironi della Serie C della stagione precedente, squadra vincitrice della Coppa Italia di Serie C.

Il VAR verrà utilizzato in tutte le gare dai trentaduesimi in avanti. La Goal-Line Technology invece entrerà in scena dagli ottavi.
Alla Coppa Italia possono partecipare tutti i tesserati del club, con 23 convocati per partita. I cambi possibili saranno cinque per squadra divisi in tre slot (esclusi intervalli). Nei supplementari è possibile effettuare il sesto cambio anche in un quarto slot. Dopo i primi tre turni vengono resettate le ammonizioni.

Articoli correlati

Back to top button