Serie B

Cagliari, Ranieri in conferenza: “Moderatamente soddisfatto”

Claudio Ranieri, tecnico del Cagliari, ha parlato in conferenza stampa per presentare il match di sabato contro la capolista Frosinone, valido per la 33esima giornata di Serie B. Di seguito le sue parole.

Verso Cagliari – Frosinone: le parole in conferenza stampa di Ranieri

Sulla partita con il Pisa: “E’ stata un’altra pietra importante sul nostro cammino. La squadra sta cercando la vittoria anche non trovandola. Ci sono gli episodi che ti giocano a favore o contro. Sono soddisfatto delle prestazioni dei ragazzi. Può darsi che ci sia mancata la cattiveria. Ci è mancata cattiveria. Ci manca qualcosa, però lo dobbiamo trovare”.

Sul Frosinone: “E’ Miglior attacco e miglior difesa, tira tantissimo in porta. Si affronta cercando di non farli giocare come sanno giocare. Cercheremo di limitare le loro qualità e giocheremo il nostro calcio. Noi faremo la nostra partita, con la nostra volontà poi dipende sempre dall’avversario. Dobbiamo essere bravi a cambiare in corsa, se l’avversario provvede a metterti in difficoltà”.

Su Pavoletti: “Per la prima volta lo vedo con le scarpette da calcio, ed è già una notizia positiva. Vedremo in questi due giorni se potremo portarlo in panchina. Non gli ho mai chiesto come stai. Glielo chiederò domani”.

Sull’incontro con il selezionatore della nazionale peruviana: “Era contento e soddisfatto. Siamo ben felici di dare la nostra collaborazione con il selezionatore della nazionale peruviana. E’ importante questa collaborazione”.

Sull’infortunio di Mulattieri: “Mi sembra che chi c’è ha fatto più gol. Hanno una squadra ben costruita, ben allenata e merita di stare dove sta”.

Sulla quota per i playoff: “Credo sui 60 punti”.

Sui 53 anni dallo scudetto: “Credo quello che ha fatto quel Cagliari è storico. Complimenti a tutti quei ragazzi che hanno dato gioia a tutta la Sardegna”.

Sul lavoro personale: “Entrare in corsa è sempre difficile. Dopo 3 mesi ho le idee più chiare di quando sono arrivato. Ho più giocatori a disposizione. Potrei fare di più però se che i tempi di apprendimento non sono rapidi. Io sono moderatamente soddisfatto di quello che stanno facendo i ragazzi, soprattutto di alcuni ragazzi che non stanno giocando nelle loro posizioni”.

Su Rog: “Ancora non è quello che conosciamo tutti. Ancora non è in grande spolvero. Arriverà il momento giusto”.

Su Falco: “Lo reputo un’alternativa a Mancosu. E’ un giocatore che sa saltare l’uomo e che manda in porta i compagni”:

Su Di Pardo: “Non lo conoscevo, dopo quattro mesi che non giocava, fare quel tipo di partita mi ha sorpreso”

Sull’ambiente intorno al Cagliari: “C’è molto amore, passione, aspettativa. Ricordate dove eravamo e aiutateci”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio