Serie A

Milan, Pioli in conferenza: “Con il Napoli sarà una sfida importante”

Stefano Pioli, allenatore del Milan ha parlato in conferenza stampa per presentare il match di domani sera contro l’Udinese, valido per la 27a giornata di Serie A. Di seguito le sue dichiarazioni.

Verso Udinese – Milan, le parole di mister Pioli in conferenza stampa

Sull’Udinese: “E’ una squadra fisica, tecnica e molto diretta, che gioca sugli attaccanti. Dovremo affrontare la partita con molta determinazione”.

Sul sorteggio Champions League: “Qualsiasi avversario sarebbe stato un avversario molto difficile, complicato e stimolante e motivante. Siamo ai quarti, siamo il Milan e vogliamo andare avanti. Il Napoli è forte, sta facendo meglio di noi in campionato, ma la è diversa e il Milan è il Milan”.

Su Zlatan Ibrahimovic: “Sta bene e sa che al momento di compilare la lista non era pronto. Ovviamente Ibra è Ibra e vorrebbe giocarle e vincere tutte, ma è sereno. Sta bene, anche se non credo giocherà i novanta minuti”.

Sulla sfida ai quarti con il Napoli: “Giocheremo per passare il turno. Con Spalletti ho un ottimo rapporto ed è un ottimo allenatore. Saranno sfide importanti, ma la differenza tra campionato e Champions è netta ma adesso pensiamo al campionato”.

Su Leao: “Leao si sta allenando molto bene, è sereno e determinato nel cercare di migliorare le proprie prestazioni. Sono sicuro che Leao è e rimane un riferimento importante per la nostra fase offensiva, anche perché, pur non segnando, tiene in apprensione le difese avversarie”.

Sul cambio modulo: “Non stiamo giocando con un difensore in più, perché contro alcune squadre anche col 4-2-3-1 facevamo la difesa a 3. Il nostro obiettivo è essere più imprevedibili possibile in attacco.. Torneremo a difendere a 4 quando ci saranno avversari più adatti per la difesa a 4. Ma queste sono cose vostre, conta giocare bene”.

Sul problema di Leao di questo periodo: “Il consiglio che do a Leao è di stare vicino a chi vuole farlo crescere. Non è depresso, ma è determinato. Ovviamente da lui ci si aspetta sempre giocate vincenti e gol, ma è importante anche quando non fa queste cose”.

Su Origi: “All’inizio ha avuto qualche problema fisico poi ho fatto le mie scelte tecniche”.

Sulla sosta in campionato: “Sarà importante come ci arriviamo alla sosta perché tanti giocatori non avranno modo di riposare. La prestazione e il risultato di Udine è importante perché la classifica è corta e dobbiamo spingere”.

Articoli correlati

Back to top button