Serie A

Sampdoria, Giampaolo: “Zapata è recuperato, niente da fare per Quagliarella”

Alla vigilia di Sampdoria-Napoli, Marco Giampaolo ha parlato in conferenza stampa: Sarà l’occasione per salutare il nostro pubblico che per tutta la stagione è stato il 12° uomo in campo. Poi giocheremo contro la squadra che ha saputo dare lustro al calcio italiano, che ha saputo andare oltre i confini nazionali per il calcio che ha giocato. Sarà l’occasione per sfidare chi ha prodotto il calcio più bello“.

“Credo che il Napoli sia ad un punto dal record in Serie A, poi conoscendo Sarri è una squadra che non molla niente. Il contraccolpo l’ha ricevuto a Firenze, giorno dopo Inter-Juventus. Poi penso che abbia avuto modo e tempo di rimettere apposto le idee. Mi aspetto il solito Napoli, che propone. Sono sicuro che il Napoli si presenterà a Marassi per fare risultato. Noi siamo chiamati a misurarci ancora”.

Le parole di Giampaolo in conferenza stampa

Dobbiamo dare tutto quello che abbiamo. Le risorse che abbiamo a disposizione dobbiamo metterle in campo cercando di chiudere bene. Dopo la sconfitta di Sassuolo c’è stata delusione ma ora dobbiamo dare spazio alla rabbia. È vero che non avevo le frecce per fare risultato ma dovevamo non perdere. Dobbiamo onorare il campionato e non possiamo sbagliare negli atteggiamenti”.

Europa League? La sconfitta di Sassuolo ha pregiudicato al 99% quelle possibilità. L’aritmetica dice che c’è ancora una piccola speranza. La squadra devo dire che si è allenata bene. Poi credo che sia doveroso, al di là del valore riconosciuto da tutti dell’avversario, dobbiamo cercare di chiudere davanti al nostro pubblico nella maniera migliore per impreziosire quello che è stato il nostro cammino in campionato”.

Zapata è recuperato e convocato, così come Caprari. Gli unici indisponibili sono Murru e Quagliarella. Futuro al Napoli? Ho già detto che l’unico presidente che mi chiama è Ferrero e che l’unica telefonata da Napoli è per ricevere un premio. Il 29 e il 30 partirò e poi vedremo“.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button