Conferenza Gattuso Milan – Udinese: “Siamo vivi, non morti”

Conferenza Gattuso SPAL - Milan

Conferenza Gattuso Milan - Udinese: "Sono tranquillo e fiducioso, nella mia testa c'è la voglia di fare qualcosa di diverso. Nessun problema con Leonardo"

Conferenza Gattuso Milan – Udinese, il tecnico rossonero ha rilasciato queste dichiarazioni alla vigilia: “È vero che veniamo da due risultati negativi, ma osservando il gruppo mi fa ben sperare. Ce la stiamo mettendo tutta, siamo vivi e non morti. Qualcuno forse potrebbe prendermi per un pazzo, ma sono tranquillo e fiducioso”.

Conferenza Gattuso Milan – Udinese

“Nella mia testa c’è la voglia di fare qualcosa di diverso. Caldara si sta allenando da 25 giorni, lo vedo in crescita. Piatek? Nelle ultime due partite ho notato pure io che viene lasciato troppo solo, ma è dipeso anche dal fatto che siamo andati subito sotto. Due punte? Vedremo nella giornata di domani. Donnarumma? Ci sta che subisca delle critiche, ma mi è piaciuto che ci abbia messo la faccia assumendosi le sue responsabilità.”.

“Gli episodi di Samp – Milan? Non mi piace attaccarmi a queste cose, sapevamo che Orsato è un arbitro che lascia correre il gioco. Ci sono due episodi al limite, ma oramai vanno accettati senza problemi. Cerchiamo di vincere le partite in altri modi. In questo momento dopo il primo errore ne commettiamo ancora di più, c’è questo aspetto da migliorare. Ci stiamo giocando tanto, la Champions League è il nostro scudetto”.

“Per il carattere che abbiamo, se dovessero esserci dei problemi le cose ce le diremmo in faccia. Sono fatto così, non riesco mai a non dire quello che penso. In questo momento bisogna remare tutti dalla stessa parte. Nessuno penso possa mettere in dubbio l’unione che c’è tra noi. È una partita importante quella di domani, voglio giocatori con voglia e serenità. Kessié e Biglia? Hanno sbagliato ma non c’è più alcun problema o punizione ulteriore”.

TAG