Serie A

Atalanta, Gasperini in conferenza: “Io alla Juve? Solo voci. Non prenderemo sottogamba la Samp”

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, è intervenuto in conferenza stampa in vista del match di domani sera alle 20:45 contro la Sampdoria di Dejan Stankovic. Di seguito le dichiarazioni riportate da TMW tra cui quelle su un possibile futuro alla Juventus.

Atalanta, Gasperini smentisce le voci che lo vogliono sulla panchina della Juventus

Gasperini non sottovaluta la Sampdoria: “È sempre una squadra difficile da affrontare, non ci deve essere euforia. Abbiamo già avuto esperienza con la Cremonese, ci siamo presentati da primi in classifica e non abbiamo vinto la partita. Sono tipi di gare che bisogna stare attenti. È una buona squadra che vale più della classifica che ha, le gare vanno tutte giocate”. “Non c’è mai stato il rischio di sottovalutare l’avversario, nemmeno da parte dei giocatori. Qualche volta non abbiamo fatto risultato, ma non l’abbiamo mai sottovalutata”.

Lookman e boga

Su Lookman: “Lui era al Lipsia, poi ha giocato in Inghilterra. Lì era impiegato un po’ distante dalla porta, ma mi sono accorto subito che aveva le caratteristiche giuste per quello che cercavamo da tempo. È stato bravissimo Lee Congerton, già da febbraio-marzo: ci sono state trattative importanti con altri giocatori, ma è sempre stato convinto su Lookman”. Su Boga: “Io continuo ad aspettarmi da lui un gioco più verticale, nel giocare più vicino all’area. Lì si è sempre un po’ perso, non è riuscito ad essere un po’ concreto. Nel primo tempo con la Juve ha toccato tanti palloni ma mi è piaciuto poco, ha fatto meglio nel secondo tempo. È un giocatore che in una rosa ci sta sempre, poi dipende dallo spazio, ma può diventare un giocatore che rompe il gioco. In queste partite è stato determinante, non che non ha perso palloni sanguinosi”.

Voci su un futuro alla Juve

Allontana le voci che lo vogliono in futuro alla guida della Juventus: “Sono voci che saltano fuori ovunque, ma siamo tutti concentrati per fare il meglio possibile. Per me sarebbe bellissimo raggiungere il massimo in questa stagione. Il massimo è la Champions? Sì, lo scudetto è un po’ dura (ride, ndr)”.

Articoli correlati

Back to top button