ApprofondimentiSerie A

Udinese, ecco Igor Tudor: l’ex Juventus e Siena chiamato a riscattare i friulani

Un po’ a sorpresa, l’Udinese ha scelto Igor Tudor come sostituto di Massimo Oddo sulla panchina friulana. L’ex difensore di Juventus e Siena, infatti, si appresta a tornare in Italia dopo oltre dieci anni. E questa volta non con maglietta e pantaloncini, ma con giacca e gravatta.

Le prime esperienze da allenatore

Il croato, appese le scarpe al chiodo nel 2008, ha iniziato la sua carriera da allenatore all’Hajduk Spalato come assistente di Edy Reja. Proprio quel Reja che in giornata ha rifiutato la proposta dell’Udinese, spalancando così le porte dell’Udinese al 40enne nativo di Spalato.

Il 29 aprile 2013, dopo un’iniziale interruzione del suo operato col club croato per via dell’addio del tecnico friulano, Tudor viene nominato nuovo allenatore della squadra maggiore. Tre settimane dopo vince la coppa di Croazia, suo primo trofeo da allenatore.

Nel 2015 si dimette dall’incarico di allenatore dell’Hajduk Spalato e poi diventa il nuovo allenatore del PAOK. Un anno dopo, viene nominato nuovo tecnico del Karabükspor, club turco neopromosso in Süper Lig. Successivamente, il 15 febbraio 2017, il Galatasaray lo ingaggia per condurre la squadra alla fine del campionato.

La chiamata dell’Udinese

Dopo una serie di ‘no’ da parte di Guidolin, Stramaccioni, Reja e Delneri, l’Udinese si gioca la carta Tudor. Il classe ’78, come abbiamo visto, non è certo un tecnico alle prime armi. Inoltre, non è nuovo a situazioni complicate, viste le piazze in cui è stato in questi ultimi anni.

In Serie A, il croato proverà a riscattarsi dopo un esonero al Gala arrivato dicembre con la squadra a un punto dal primo posto. E lo farà con una squadra sull’orlo di una crisi di nervi, capace di rimettere in discussione la sua permanenza nella massima serie italiana dopo 11 sconfitte consecutive.

Ciro D'Auria

Napoletano classe '95, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Al di là della passione viscerale per il calcio, nutre un grande interesse per il basket e il tennis, oltre che per l'arte e il gaming.

Articoli correlati

Back to top button