Champions League

Champions League, quanta storia in Dinamo Zagabria – Atalanta

Atalanta per fare la storia, in uno stadio dove la storia la respiri in ogni centimetro, il Maksimir. Purtroppo però non parliamo di gesta calcistiche, ma purtroppo di una partita che diede inizio ai conflitti nei Balcani.

Il calcio di Boban

E’ forse l’immagine più famosa di quella partita che alla fine non si giocò: Boban, uno dei migliori giocatori croati, si scaglia con un calcio volante contro un poliziotto, gesto che gli costò quasi il mondiale di Italia ’90, che alla fine lo vide comunque protagonista. Era il 13 maggio 1990, e quel giorno si affrontavano la Dinamo Zagabria, squadra di casa, e la Stella Rossa di Belgrado.

Ma lo scontro più importante si giocava sugli spalti: da una parte i BBB, i Bad Blue Boys, sostenitori croati, e dall’altra parte i Delije, serbi guidati da quello che poi sarebbe passato alla storia con il nome di “comandante Arkan“. Il quel periodo la Jugoslavia era una polveriera, e i rapporti tra la Croazia e la Serbia erano ai minimi storici: il conflitto civile scoppiò da lì a poco, lasciando una cicatrice in tutto l’Est Europa.

Bergamo, Oggi

Ma oggi vogliamo raccontare uno spettacolo diverso: in 30 pullman sono partiti da Bergamo in direzione della capitale croata, padri e figli che di solito passano una domenica allo stadio, sono salpati per questa avventura per condividere un pezzo di storia, per poter dire “io c’ero” e, ci auguriamo, poter abbracciarsi e gioire per una leggendaria vittoria della Dea.

Articoli correlati

Back to top button