Champions League

Champions League: Juventus-Porto 3-2, ai bianconeri non basta Rabiot

Nonostante il successo casalingo grazie al francese, la squadra di Andrea Pirlo viene eliminata dalla competizione europea

Gara da dentro o fuori per la Juventus. Allo Stadium affronta il Porto dopo la sconfitta per 2-1 in Portogallo.

Demiral in difesa con Chiellini accanto a Bonucci. Ramsey preferito a McKennie. Porto in formazione tipo con la coppia Taremi-Marega in attacco.

Alla Juventus basterà vincere 1-0 per passare il turno- Il 2-1 porta ai supplementari. L’arbitro del match l’olandese Kuipers.

Juventus-Porto: primo tempo

Al 2′ subito Porto con Marega al cross, ma la difesa della Juventus non allontana e Uribe calcia fuori dal limite.

Al 3′ Juventus vicinissima al vantaggio con un il colpo di testa di Morata che raccoglie un preciso cross dalla destra e impegna severamente Marchesin.

Al 6′ Porto vicino al vantaggio: doppia conclusione di Taremi. Il primo tentativo respinto da Bonucci, mentre il secondo, di testa, colpisce l’incrocio dei pali.

Al 10′ ci prova Ramsey di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla destra, palla fuori non di molto.

Al 18′ fallo di Demiral su Taremi. Sergio Oliveira si presenta sul dischetto e non sbaglia.  JUVENTUS-PORTO 1-0, GOL DI SERGIO OLIVEIRA.

Adesso i bianconeri deve segnare tre reti senza subirne per andare ai quarti. Con il 2-1 a favore dei bianconeri, lo ripetiamo, si andrebbe ai tempi supplementari.

Al 23′ contropiede del Porto e destro incrociato del messicano, ma blocca Szczesny.

Al 24′ Morata entra in area di rigore e va giù, ci sono proteste dei giocatori della Juventus.

Al 25′ botta da fuori di Otavio, ma Szczesny para.

Al 26′ sinistro di Zaidu dal limite dell’area e palla non lontana dall’incrocio.

Al 27′ Morata stoppa di petto sul secondo palo ma calcia addosso a Marchesin.

Al 30′ tentativo dalla distanza al volo di Rabiot, Marchesi attento blocca a terra.

Al 34′ Chiesa va al cross da sinistra, ma la palla direttamente tra le mani di Agustín Marchesín.

Al 41′ Bonucci si ritrova la palla tra i piedi a pochi metri dalla linea di porta dopo un colpo di testa Morata ma viene anticipato da Marchesin.

Al 47′ il Porto recupera palla nei pressi dell’area di rigore: altra parata di Szczesny. Dopo quattro minuti di recupero finire la prima frazione allo Stadium: JUVENTUS-PORTO 0-1.

Juventus-Porto: secondo tempo

Al 49′ pareggia Juventus: Chiesa che calcia di prima intenzione e mette il pallone all’incrocio dei pali. JUVENTUS-PORTO 1-1, GOL DI CHIESA. 

54′ ingenuità di Taremi che già ammonito allontana il pallone: prende il secondo giallo e viene espulso. Porto che resta in 10.

Al 56′ l’autore dell’1-1 sbuca alle spalle di Corona, ma per anticipare all’ultimo Pepe colpisce il palo con la porta vuota.

Al 63′ Juventus che trova il gol del sorpasso: colpo di testa vincente sul cross lungo di Cuadrado dell’ex Fiorentina. JUVENTUS-PORTO 2-1, GOL DI CHIESA. 

Al 66′ Bonucci vince un rimpallo sulla sinistra, entra in area ma viene fermato in angolo da Manafá.

Al 69′ altro sinistro da fuori di Rabiot e respinta di Marchesin. Poi Ramsey viene pescato in fuorigioco.

Al 72′ stop di tacco di Chiesa da un lancio dalle retrovie, ma il pallone stavolta scappa verso Marchesin.

Al 74′ Marega non controlla un tocco filtrante di Diaz davanti a Szczesny.

Al 77′ McKennie fa sponda di testa per Ronaldo: bravo Marchesin, che esce e anticipa il portoghese.

Al 78′ cross di Cuadrado per Ronaldo sul secondo palo: la girata di testa è imprecisa e termina a lato.

Al 85′ destro radente sul primo palo di Marega e palla che centra l’esterno della rete.

Al 87′ conclusione di Rabiot, ma la palla termina altissima.

Al 91′ Morata davanti a Marchesin controlla e segna di controbalzo. Gol annullato per fuorigioco dello spagnolo. SI RESTA SUL 2-1 PER LA JUVENTUS.

Dopo cinque minuti di recupero finiscono i 90 minuti regolamentari di gioco: JUVENTUS-PORTO 2-1. SI VA AI SUPPLEMENTARI.

Juventus-Porto: supplementari

Al 99′ Marega da due passi appoggia tra le mani di Szczesny.

Al 102′ dentro Kulusevski per Arthur. In campo anche Bernardeschi, che rimpiazza un Chiesa sfinito.

Al 104′ Marchesin esce in maniera spericolata su Ronaldo: gamba alta del portiere argentino in area di rigore, ma per Kuipers non c’è nulla.

Al 109′ destro dal limite di Cristiano Ronaldo e altra sporcatura di Pepe in calcio d’angolo.

Al 110′ Kulusevski scarta un paio di avversari poi calcia, ma Bemba gli chiude lo specchio.

Al 111′ Diaz scappa a Cuadrado e tocca al limite per Grujic: sinistro deviato e Alex Sandro spazza davanti a Szczesny.

Al 113′ piattone mancino dal limite di Morata, ben servito da Kulusevski, ma il tiro è troppo centrale.

Al 115′ Porto in vantaggio: punizione radente che supera la barriera e trova Szczesny impreparato: il polacco tocca, ma il pallone entra in rete. JUVENTUS-PORTO 2-2.

Al 117′ angolo di Bernardeschi e perfetto stacco di Rabiot, che di testa batte Marchesin. JUVENTUS-PORTO 3-2.

Al 120′ De Ligt crolla a contatto con un avversario, ma Kuipers non fischia il rigore.

La Juventus deve segnare un altro gol per andare ai quarti. Con questo risultato passa il Porto. FINISCE ALLO STADIUM. PORTO CHE ACCEDE AI QUARTI DI FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE.

Juventus-Porto 3-2: risultato e tabellino

MARCATORI: 18′ Sergio Oliveira rig (P), 49′ Chiesa (J), 63′ Chiesa (J), 115′ Sergio Oliveira (P), 117′ Rabiot (J).

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Demiral, Bonucci (75′ De Ligt), Alex Sandro; Chiesa (101′ Bernardeschi), Arthur (101′ Kulusevski), Rabiot, Ramsey (75′ McKennie); Morata, Ronaldo. Allenatore: Pirlo.

PORTO (4-4-2): Marchesin; Manafà, Pepe, Mbemba, Zaidu (70′ Luis Diaz); Corona, Uribe (90′ Grujic), Sergio Oliveira, Otavio (61′ Sarr); Marega (106′ Martinez), Taremi. Allenatore: Conceicao.

Arbitro: Kuipers (NED)

Articoli correlati

Back to top button