Roma, Schick sempre più vicino al Lipsia ma c’è già l’accordo col sostituto

Cessione Schick

La cessione Schick apre all'ormai imminente arrivo di Kalinic: il croato e la Roma hanno trovato un accordo per il trasferimento

Un’esperienza mai del tutto positiva con la maglia della Roma. La cessione Schick un fattore inevitabile per i giallorossi che sembrano sempre più vicini a concludere un accordo con il Lipsia. Il club tedesco sarebbe l’ideale per ripartire e inoltre il club capitolino avrebbe già l’accordo con il suo sostituto.

Cessione Schick: la Roma ha già un accordo con Kalinic

Davvero vicine Roma e Lipsia per una trattativa di calciomercato arrivata ormai agli sgoccioli. Si attende solo questo ormai per l’arrivo contingente di Kalinic in giallorosso. Il club ha chiuso sia con l’attaccante croato che con l’Atletico Madrid, club col quale il centravanti è ormai ai margini da molto tempo.

Arriverebbe Kalinic per essere l’alternativa ad Edin Dzeko, inamovibile bomber della Roma che anche quest’anno pare pronto a caricarsi la squadra sulle spalle. Si attende dunque una novità sul fronte della cessione Schick. Il Lipsia e la Roma infatti starebbero lavorando sulla base di un prestito con obbligo di riscatto legato alle presenze.

Anche Taison nome nuovo dopo l’infortunio di Perotti

Il brutto stop che terrà fermo fino a tutto il mese di ottobre l’argentino Perotti sta costringendo la Roma a virare su alternative plausibili. Il primo nome della lista di Petrachi è quello di Taison, ala dello Schakthar e per questo molto vicino al tipo di calcio di Fonseca che lo ha allenato in Ucraina negli ultimi anni.

La sua età, già oltre i 30 anni, costringe però il club capitolino a non poter fare spese folli su di lui. Il suo cartellino si aggira intorno ai 25 milioni di euro e si sta dunque ragionando sulla formula del trasferimento. Oltre al brasiliano, serve però anche un centrale: Lovren e Rugani restano per questo motivo i nomi più “caldi”.

TAG