Serie C

Catania, Reginaldo: “Ora sto bene, mi metto a disposizione dei compagni”

Vittoria in trasferta per il Catania sull’Avellino per 2-1, a parlare ai microfoni in sala stampa, uno tra i veterani della categoria tra gli etnei, Reginaldo. Queste le sue parole riportate da TuttoAvellino.it: “Anche prima di Teramo sapevamo di potercela giocare con chiunque, consapevoli delle nostre possibilità. Tuttavia non eravamo sereni. Abbiamo cercato di non perdere la tranquillità, perchè dentro di noi sappiamo quali siano le nostre potenzialità. La squadra è in forte crescita da un pò di tempo, non parliamo delle assenze ma guardiamo ad ogni partita dando il massimo a prescindere dai giocatori indisponibili. La società ci ha dato fiducia, sa quello che ognuno di noi può dare. Quando il risultato non arriva sembra che la crescita non si veda, invece noi allenandoci giorno dopo giorno notiamo i progressi come squadra e gruppo. Ci teniamo a dare sempre di più per il Catania. Io sto avendo la possibilità di lavorare con maggiore continuità. Venivamo tutti da un lungo periodo d’inattività, io ho avuto anche il Covid quando stavo cominciando ad acquisire il ritmo partita. Ora sto bene, mi metto a disposizione dei compagni. Pecorino? E’ un bravo ragazzo, un buon calciatore, sa ascoltare ed è educato. Questo è importantissimo. Cerca di fare sempre del proprio meglio. Gli dico solo che noi attaccanti siamo i primi difensori, ormai è così nel calcio moderno. Se lo facciamo come sta facendo lui e sto cercando di fare io, vedi che i risultati arrivano. Si tornerà in campo praticamente subito? Più gioco, meglio sto. Abbiamo vinto ad Avellino ed è meglio che si torni a giocare già mercoledì, ci attendono delle gare che possono far fare il salto di qualità e portare ulteriore entusiasmo. La nostra squadra ne ha bisogno perchè come calciatori ci siamo”.

FONTE: Tutto Mercato Web

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto