Catania, aggressione a Lo Monaco: testata e cinghiate sul dirigente

Catania aggressione Lo Monaco

Catania, aggressio a Lo Monaco. L'amministratore delegato è stato colpito da una testata e da cinghiate mentre era a terra

Mercoledì mattina l’amministratore delegato del Catania ha subito una grave aggressione: Pietro Lo Monaco ha subito un vero e proprio agguato da parte di alcuni ultras della squadra siciliana. Il dirigente martedì aveva annunciato il suo addio al club.

Catania, aggressione a Lo Monaco: emergono nuovi dettagli

Catania aggressione Lo Monaco

Il dirigente del Catania ha subito l’aggressione mercoledì mattina. Lo Monaco era su un traghetto che da Messina doveva portarlo a Villa San Giovanni, da li doveva raggiungere la squadra a Potenza per la sfida di Coppa Italia. L’amministratore delegato del club rossazzurri è stato avvicinato da un gruppo di ultras verso le 8 del mattino sul traghetto. In seguito è stato colpito da una testata che gli ha procurato una frattura nasale, dopo di che è stato colpito da cinghiate sul corpo. Il tutto davanti agli altri passeggeri del traghetto che sono intervenuti in suo aiuto.

Pulvirenti: “Sono senza parole”

Il patron del Catania, Nino Pulvirenti, si è espresso sul fatto: “Ho trovato Lo Monaco molto scosso, molto provato, sembra che abbia anche ricevuto un pugno alla schiena, gli occhiali sono andati rotti. Sono senza parole”. Intanto le forze dell’ordine hanno già individuato alcuni degli aggressori, i quali tutti già noti a Polizia, Digos e Carabinieri.

TAG