Serie A

Sassuolo, Cannavaro sulla lotta scudetto e quel sogno infranto

Paolo Cannavaro in vista della prossima sfida tra Sassuolo e Napoli ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport da doppio ex. Il difensore napoletano a febbraio è volato in Cina al Guangzhou Evergrande dal fratello Fabio Cannavaro.

Il calciatore sulla sfida ha dichiarato: “Per me è una partita speciale la prima volta che l’ho giocata mi sono stirato!”. Anche un commento sul mancato approdo di Matteo Politano all’ombra del Vesuvio: “Voleva fare il salto di qualità, ma anche il Sassuolo aveva i suoi motivi per tenerlo”.

Cannavaro si è soffermato sulla lotta scudetto con una certezza: “Secondo me sarà decisivo lo scontro diretto. La Juve ha un calendario più difficile e la doppia sfida con il Real, spero che il Napoli sia maturo. Anche perché, se non succede quest’anno, se ne riparlerà tra un bel po’: alcuni giocatori sono ormai logori, sia per l’età che per le motivazioni”.

Il rimpianto di Cannavaro

Mi sarebbe piaciuto chiudere la carriera a Napoli, ma non era destino”. Il difensore ha sempre dimostrato il suo amore per i colori azzurri conservando un ottimo rapporto con i tifosi partenopei.

Articoli correlati

Back to top button