Calciomercato

Juventus, Alex Sandro decide il mercato a sinistra: le strategie di Paratici

Mancano ormai quattro giorni alla sfida di Coppa Italia contro il Milan. La Juventus si prepara al ritorno in campo e lo fa con una costante: Alex Sandro. Vero e proprio pretoriano di Maurizio Sarri, che ne ha fatto il terzo giocatore più impiegato dopo Ronaldo e Bonucci sotto la sua gestione

Juventus, per il terzino sinistro dipende tutto da Alex Sandro

Il terzino brasiliano sarà il punto fermo anche alla ripresa e non solo per l’assenza di un’alternativa di ruolo. Per il tecnico è una pedina insostituibile negli schemi tattici offensivi e difensivi. Intoccabile per Sarri, lo stesso però non si può dire per quanto riguarda la società, Alex Sandro non è in vendita, ma non è neanche un giocatore incedibile per i bianconeri.

Pesa l’ingaggio da circa 10 milioni di euro lordi l’anno fino al 2023. Non a caso la Juventus non ha chiuso la porta ad utilizzarlo anche come pedina di scambio per arrivare a un grande colpo sfruttando la lunga lista di club interessati. E dal futuro di Alex Sandro poi, dipendono anche le mosse in entrata sulla corsia mancina.

Le alternative se Alex Sandro dovesse lasciare Torino

Da nomi di primo piano ad altri low cost fino anche a soluzioni interne, sono diverse le piste che la società sta tenendo vive in attesa di avere un quadro chiaro sul da farsi con l’ex Porto. In caso di una sua permanenza, alte sarebbero le possibilità di andare ‘al risparmio’ nel ruolo. Dall’idea di bloccare Luca Pellegrini, di ritorno dal prestito al Cagliari, a profili a parametro zero come Layvin Kurzawa e Thomas Meunier.

Qualora invece Alex Sandro dovesse effettivamente lasciare la Juventus, allora necessario sarebbe un investimento importante per riempire la casella e lo sguardo è rivolto a Londra. Emerson Palmieri è la prima scelta, il Chelsea mantiene una valutazione elevata (35-40 milioni di euro) ma sta già cercando il suo sostituto, chiaro segnale di come la cessione non sia assolutamente esclusa dai Blues.

Un colpo oneroso, non semplice da sostenere senza l’addio di Alex Sandro, ma che non va escluso neanche con la permanenza del brasiliano: per Paratici Emerson è un vero e proprio pallino e, per una Juventus che sogna in grande, preparare un tandem di alto livello a sinistra potrebbe essere il prossimo step di crescita

Articoli correlati

Back to top button