Serie Minori

Breno, per il futuro tiene banco l’allenatore: Tacchinardi resta o va via?

21.06.2021 23:30 di Anna Laura Giannini
 

Vedi letture


Fonte: Brescia Oggi
Breno, per il futuro tiene banco l'allenatore: Tacchinardi resta o va via?

A una settimana dalla fine del campionato di serie D l’argomento del giorno in casa Breno resta sempre lo stesso: l’allenatore. È questo infatti il nodo da sciogliere prima di iniziare a pensare alla rosa che affronterà il terzo campionato consecutivo di serie D.

Mario Tacchinardi, nel post partita dell’ultima giornata, ha ufficialmente dichiarato di non aver ancora deciso il suo futuro e di voler prendersi ancora qualche giorno, ma al contempo ha ringraziato la società per averlo lasciato lavorare con serenità e senza pressioni in questi anni. Sembravano parole di addio, forse anche per le insistenti voci di corridoio che accostano il tecnico cremonese allo Sporting Franciacorta, ma le parole di Andrea Foresta, direttore generale del Breno, sembrano invece dipingere un quadro diverso.

«Ci siamo parlati prima della conclusione del campionato – ricorda – Ci troveremo questa settimana l’incontro decisivo. Per noi è ampiamente confermato e sono convinto che si possa continuare a crescere insieme» La linea granata a questo punto è molto chiara e per la dirigenza l’allenatore della prossima stagione sarà ancora Tacchinardi. È lui la prima scelta e con lui si vuole proseguireunpercorso che porti anno dopo anno a migliorare la posizione. Chiaro è che migliorare la classifica dell’anno appena concluso all’ottavo posto significherebbe essere in lotta per i play-off. Per fare questo si procederà, come sempre prima, con le conferme.

«Abbiamo intenzione di confermare la colonna vertebrale di una squadra che ha fatto bene fermo restando che ci sarà daconfrontarsi con l’allenatore », sottolinea Foresta. Se l’allenatore sarà ancora Mario Tacchinardi idee e moduli di gioco preferiti sono noti. Diversamente il ragionamento potrebbe essere più lungoma non per forza complicato. Il mercato partirà così dalla conferme dei big. Tagliani, Brancato, Triglia ma anche Boldini, Carminati e Goglino sembrano poter restare. Un’attenta analisi andrà fatta sui giovani cercando di convincere le società professionistiche a rinnovare i prestiti «spegnendo» le sirene della Serie C.

FONTE: notiziariodelcalcio

Articoli correlati

Back to top button