Serie Minori

Ancora in bilico la 172esima di serie D: Gravina deve decidere sulla Sambenedettese

Roberto Renzi si potrà giocare le sue chances per iscrivere la A.S. Sambenedettese in Serie D, ma tutto resta nelle mani di Gravina

 Il dispositivo del TAR del Lazio, che ha accolto il ricorso per “motivi aggiunti”, ha spalancato le porte della quarta serie alla società dell’immobiliarista romano.

Sambenedettese: entro il 13 settembre la pratica alla Federazione

L’A.S. Samb, infatti, dovrà produrre tutti i documenti richiesti nell’articolo 52 comma 10 delle NOIF.
In buona sostanza, la stessa procedura che era stata seguita dalla S.S.D. Sambenedettese 1923 di Antonella Pennacchi, la cui richiesta era stata poi respinta proprio dalla FIGC.

Sambenedettese: il nodo resta i contributi previdenziali

La sua società dovrà testimoniare, con business plan ed altri documenti, di avere un progetto a medio/lungo termine che abbia delle solide basi economiche e poi dovrà mettersi in regola con pagamenti nuovi e vecchi.

Per nuovi si intende il contributo a fondo perduto di 350.000 euro e la tassa di iscrizione di circa 50.000 euro; “vecchio”, invece, è il nodo relativo ai contributi previdenziali, quelli che avevano portato all’esclusione della società dalla Serie C.

In questa sede, però, alla Federazione potrebbe bastare anche l’accordo con l’Inps per una rateizzazione degli stessi.

Tutto, comunque, verrà valutato dalla commissione federale e l’ultima parola, anche in questo caso, spetterà al presidente Gravina.

Articoli correlati

Back to top button