Serie A

Benevento-Juventus 2-4: i bianconeri volano grazie alla tripletta di Dybala

Al ‘Vigorito’ di Benevento va in scena il primo degli anticipi del sabato della 31^ giornata di Serie A. Entrambe le squadre sono alla ricerca disperata di punti. I padroni di casa per continuare a coltivare il sogno salvezza. Gli ospiti invece vogliono aumentare il distacco dal Napoli che la insegue a -4. Benevento-Juventus è la classica partita “testacoda” tra l’ultima e la prima della classe del nostro campionato.

Giallorossi che si presentano con un 4-3-3 molto dinamico, con Guilherme e Brignola come esterni d’attacco. Tutta l’esperienza possibile in campo con Sandro e Sagna dall’inizio. Bianconeri che si presentano con lo stesso modulo e con un inedito tridente d’attacco: Mandzukic-Dybala-Cuadrado. In mezzo ai pali Szczesny e coppia difensiva composta da Benatia-Rugani. Torna Marchisio dal 1′.

CRONACA DEL MATCH

Primo tempo molto simile a quello del primo tempo, ma Juve che riesce a portarsi sul 2-1 grazie ad un rigore concesso con il VAR. Bianconeri che iniziano bene con un buon possesso palla e trovano il gol grazie ad una magia di Dybala al 17′. Benevento che si fa coraggio e spinge moltissimo dopo la rete subita e poco dopo accorcia incredibilmente le distanze con un bel tapin di Diabaté che anticipa Alex Sandro mal posizionato. Mandzukic che ha l’occasione di portare i suoi di nuovo in vantaggio ma si aiuta il pallone con un braccio e la sua rete in scivolata viene annullata. Arbitro Pasqua che si rende protagonista assegnando pochi minuti dopo, al 45′ un rigore per la Juventus con l’aiuto del VAR. Juve di nuovo in avanti dunque sempre grazie alla ‘Joya’.

Secondo tempo che inizia come in pochi si sarebbero aspettati. Un gran gol di testa di Diabaté (doppietta per lui) rimette tutto in ballo fino alla seconda metà della seconda  frazione di gioco. Juventus che non riesce ad uscire dalla ragnatela del Benevento. Allegri così inserisce Higuain e Douglas Costa. Il primo si procura il rigore del 2-3 e il secondo sigilla la gara sul 2-4 con un bellissimo tiro a giro in seguito ad una meravigliosa azione personale. La qualità della panchina alla fine ha fatto la differenza in questa partita. Non si è vista però una netta differenza in termini di qualità e di abnegazione al Benevento che però con questa sconfitta abdica quasi alla rincorsa per la salvezza.

TABELLINO E PAGELLE BENEVENTO-JUVENTUS

BENEVENTO (4-3-3): Puggioni 6; Sagna 6, Djimsiti 4,5 , Tosca 5,5, Venuti 5,5; Viola 6, Sandro 5,5 (Del Pinto s.v.), Djuricic 6,5; Guilherme 6,5, Diabaté 7,5 (Iemmello 5,5), Brignola 5,5 (Cataldi 5,5). Allenatore: De Zerbi.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 6,5 ; Lichtsteiner 6, Benatia 5 , Rugani 5 , Alex Sandro 5,5; Marchisio 6 (Higuain 6,5), Pjanic 6,5, Matuidi 6; Cuadrado 6 (D.Costa 7), Mandzukic 5,5 (Khedira 6), Dybala 7,5. Allenatore: Allegri.

Arbitro: Pasqua

Marcatori: Dybala (J, 17′, 45′, 74′), Diabaté (B, 24′, 51′), Douglas Costa (83′)

Ammoniti: Mandzukic (J, 38)

MIGLIORE DEL MATCH

Dybala- voto 8: Sgroviglia da solo il bandolo della matasse di una Juventus rimasta con la testa ancora a martedì sera. Due rigori e un gol a giro dei suoi gli regalano la terza tripletta in A quest’anno.

PEGGIORE DEL MACTH

Djimsiti – voto 4,5 : Aiuta la Juventus verso la discesa. Procura uno dei due rigori, permette scorribande dalla sua parte. Contro l’attacco della Juventus serviva un altro tipo di prestazione.

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button