Serie A

Benarrivo: “Scudetto? Vince chi ha più riserve, la Juve. Inter, vedo confusione”

Chiacchierata su tanti temi con Antonio Benarrivo, autentica colonna del Parma degli anni 90 e punto fermo della Nazionale di Sacchi. Si parte da un suo ricordo di Maradona: “L’ho potuto incrociare solo al Mondiale del ’94 quando fu squalificato. L’ho vissuto – dice – dai racconti di massimo Crippa e attraverso la stampa. Come giocatore è stato straordinario anche perchè c’è diff tra il gioco di adesso a zona e quello a uomo della sua epoca. Era dura liberarsi da quelle marcature, lui ha giocato in un calcio difficile, prendendo botte alle caviglie, stinchi. Veniva martoriato, però riusciva a sopperire a tutto. Diego è stato un patrimonio mondiale ma nessuno è riuscito ad aiutarlo. Gli ultimi anni si vedeva che si era troppo lasciato andare, ci si rendeva conto che non faceva vita regolare. A fianco non ha avuto gente che non ha saputo aiutarlo, è mancato un amico vero che ti prende di petto e ti dice che devi cambiare”.

FONTE: Tutto Mercato Web

Articoli correlati

Back to top button