BidoniCuriosità

Athirson alla Juventus: il nuovo Roberto Carlos fu un flop

Doveva essere il nuovo Roberto Carlos, ma del campione apprezzato con il Real Madrid (e grande rimpianto dell’Inter) aveva in comune solo la nazionalità brasiliana. Athirson Mazzoli De Oliveira cresce nelle giovanili del Flamengo e in poco tempo riesce a percorrere la scalata delle varie rappresentative Nazionali (Under 17, Under 20 e poi addirittura la Selecao).

Athirson, gli inizi in Brasile

 

Athirson

Nel 1998 va in prestito al Santos, e si mette in mostra come un irresistibile terzino sinistro dal gol facile. E facile è anche l’accostamento a Roberto Carlos, il che gli vale la chiamata della Juventus nella primavera del 2000. Però la trattativa con il Flamengo, proprietario del cartellino, non è semplice: alla fine, quindi, i bianconeri aspettano che il terzino si svincoli il 31 Dicembre per poi tesserarlo a inizio 2001. A quel punto il Flamengo tira in ballo un accordo precedente con il procuratore del giocatore, ma a seguito di un complesso contenzioso legale la Juventus ottiene dalla Fifa un permesso provvisorio, grazie al quale il 23 Febbraio 2001 Athirson diventa un giocatore bianconero a tutti gli effetti.

L’acquisto da parte della Juventus

«Una vicenda che mi ha tenuto in ansia – confessa il giocatore durante la conferenza stampa – si sono comportati in modo ingiusto con me quelli del Flamengo, ma sono felice che ora sia tutto risolto e non vorrei più parlare di questa vicenda». Ovvio. Moggi: «La Juventus cercava da tempo un laterale sinistro, capace di andare sulla fascia e crossare per le punte. Troppo caro e inarrivabile Roberto Carlos, si spera che Athirson sia il suo erede, anche se le sue attitudini preferite sono gli assist e i gol». Le ultime parole famose.
Athirson

L’esordio con la Juventus: il 1 Aprile…

Scenderà in campo per la prima volta il 1 Aprile 2001 (Pesce d’Aprile!) allo Stadio “Delle Alpi”, sostituendo Zidane nel secondo tempo, con la Juventus in vantaggio per 1-0 sul Brescia, che dopo pochi minuti pareggia con il “Divin Codino” Roby Baggio. La partita terminerà in pareggio, cosa che complica il cammino dei bianconeri verso lo Scudetto. Da quel momento il terzino vedrà il campo solo in alcuni spezzoni di partita, tutti deludenti, e il campionato viene vinto dalla Roma di Capello. Con il ritorno in panchina di Lippi nel campionato successivo per Athirson le cose non migliorano,anzi: il tecnico snobba completamente il brasiliano e, alla fine, Moggi si convince a cederlo.

Il ritorno in Brasile

Ad un anno esatto dal suo ingaggio, nel Gennaio del 2002 viene spedito in prestito al “suo” Flamengo. Non tornerà mai più. Il contratto verrà rescisso nel 2003 e da quel momento (per la verità già da un po’) inizia la sua parabola discendente, prima con il Cruzeiro di Belo Horizonte, poi in Germania, successivamente ancora in Patria, ma restando sempre nel più totale anonimato.

Le statistiche

Stagione Squadra Presenze Reti
1996-98 Flamengo 30 2
1998-99 Santos 25 1
1999-00 Flamengo 26 1
Gen. 01 Juventus 5
2001-02 Juventus
Gen. 02 Flamengo 23 4
2004-05 Cruzeiro 27 5
2005-07 Bayer Leverkusen 30 2
2007-08 Botafogo 7
Gen. 08 Brasiliense (B) 6
2008-09 Portuguesa 13 3
2009-10 Cruzeiro 11
2010-11 Portuguesa 36 3
2011-12 Duque De Caxias

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio