Serie Minori

Aglianese, mister Capecchi: «Sempre giocato partite vere, a differenza di quanto hanno voluto insinuare…»

L’Aglianese chiude la stagione di Serie D con 22 vittorie e 73 punti, ma che non bastano alla conquista della promozione tra i professionisti

L’Aglianese chiude la stagione regolare di Serie D con ventidue vittorie e 73 punti, un bottino invidiabile ma che non basta alla conquista della promozione tra i professionisti. Ancora meglio ha fatto il Fiorenzuola (75 punti), schizzato in vetta dopo la sconfitta dei neroverdi contro il Prato, e lì rimasto grazie al successo raccolto sul campo del Sasso Marconi.

«Purtroppo quello che abbiamo fatto non è bastato – ha commentato Matteo Capecchi, tecnico dell’Aglianese -. Per prima cosa voglio fare i miei complimenti ai ragazzi, perché non hanno mai lasciato niente di intentato, dando sempre il massimo. Nonostante le difficoltà di quest’annata siamo riusciti a fare un campionato sopra le righe, al pari di Fiorenzuola e Lentigione».

«Le squadre accreditate alla vittoria finale erano tante e siamo orgogliosi di essere arrivati a giocarci la promozione in Serie C fino in fondo – ha proseguito -. È chiaro, la delusione è forte, perché speravamo in un esito differenze. D’altro canto è giusto fare i complimenti al Fiorenzuola, che ha sicuramente vinto meritatamente. Ancora un plauso ai ragazzi e alla società, che non ci ha mai fatto mancare niente».

Il campionato si chiude comunque con una bella prova dell’Aglianese, uscita vittoriosa per 2-3 dal campo della Pro Livorno. «Chiudiamo la stagione con una bella vittoria, contro una grande squadra e uno stadio bellissimo (il “Picchi” di Livorno, nda) – ha sottolineato il trainer neroverde -. A differenza di quanto hanno voluto insinuare, l’Aglianese ha sempre giocato partite vere; siamo orgogliosi di noi stessi. Ancora complimenti al Fiorenzuola che ha vinto, al Lentigione che ci ha dato filo da torcere, e ai miei ragazzi, che hanno fatto un grande campionato».

Sfumata la promozione tra i professionisti, l’Aglianese potrà giocarsi un punto d’onore ai playoff. Il primo ostacolo sulla strada di Brega e compagni è il Rimini, atteso al “Bellucci” nella gara secca di mercoledì 23 giugno. «Dobbiamo avere la forza di resettare e di partecipare con slancio ai playoff – ha concluso Capecchi -. Daremo tutto per vincere perché fin dall’inizio il nostro primo pensiero è stato quello di vincere partita dopo partita. Abbiamo masticato amaro per due giorni dopo la sconfitta col Prato: la risposta offerta dalla squadra è stata seria e importante. Faremo di tutto per vincere i playoff».

FONTE: notiziariodelcalcio

Articoli correlati

Back to top button